Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Mattinata

Cittadino filma sversamento in mare di sostanze liquide: sequestrata conduttura

Gli uomini della Capitaneria di Porto di Manfredonia hanno sequestrato la conduttura di un noto insediamento turistico, che rischia una sanzione da 3 a 30mila euro

Gli uomini della Capitaneria di Porto di Manfredonia - guidati dal comandante Marcello Totaro - hanno sequestrato una conduttura di scarico in mare di un noto insediamento turistico a nord di Mattinata, dalla quale – ad agosto - erano state riversate in mare sostanze liquide riprese con un filmato da un cittadino. Segnalazione alla quale fecero seguito controlli ad ampio spettro che portarono ad elevare un processo verbale amministrativo per violazione al Testo Unico sull’Ambiente di cui al D. Lgs. N.152/2006, in quanto i campionamenti delle acque del depuratore superavano i limiti di accettabilità previsti dal decreto, con conseguente sanzione pecuniaria da definire a cura della Provincia di Foggia, da euro tremila a euro trentamila. Inoltre fu redatta comunicazione di notizia di reato per violazioni di natura ambientale e demaniale, in relazione alla condotta abusiva.

Dopo le indagini, la Procura della Repubblica di Foggia ha disposto il sequestro della conduttura, eseguito l’8 gennaio dal personale della Guardia Costiera sipontina. Sequestro che rientra in una serie di ulteriori attività eseguite a partire dalla primavera scorsa, per le quali la Capitaneria di Porto di Manfredonia ottenne l’intervento anche del LAM (Laboratorio Ambientale Mobile) e che ha portato al controllo di diversi depuratori, alcuni dei quali non in regola e quindi segnalati rispettivamente alle competenti autorità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadino filma sversamento in mare di sostanze liquide: sequestrata conduttura

FoggiaToday è in caricamento