Lido e bar-ristorante sequestrati, ma rompono i sigilli e riprendono l'attività come se niente fosse: scatta l'altro blitz

Sequestro bis in zona Jalillo a Peschici, dove venivano utilizzate le attrezzature balneari già poste sotto sequestro quattro giorni prima e occupata nuovamente la spiaggia libera con le attrezzature, violando i sigilli

Sequestrato lido

Ieri pomeriggio i militari della delegazione di Spiaggia di Peschici unitamente alla locale Stazione Carabinieri, coadiuvati dal personale dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste e dall’Ufficio Locale Marittimo di Rodi Garganico, nel compiere ulteriori accertamenti sui luoghi già sequestrati su disposizione del Tribunale di Foggia presso la località Jalillo in agro di Peschici, hanno accertato una ulteriore violazione dei sigilli posti in data 22 luglio alla struttura adibita a bar-ristorante e gestione attività balneare abusiva nonostante il vincolo di sequestro dei manufatti e delle attrezzature balneari.

Venivano usate le attrezzature balneari già poste sotto sequestro quattro giorni prima e occupata nuovamente la spiaggia libera con le attrezzature, consistenti in 61 ombrelloni e 116 lettini, violando i sigilli, il tutto, come già accertato in totale assenza delle previste autorizzazioni. I militari intervenuti procedevano alla riapposizione dei sigilli e ad informare l’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento