Sequestrati autoparchi a Trinitapoli: trovata auto blindata di Miccoli

In uno dei due autoparchi sequestrati è stata trovata l'auto blindata utilizzata in passato da Michele Miccoli, 40enne pregiudicato di Cerignola. Il blitz è stato effettuato il 21 e 22 marzo

Il blitz dei carabinieri

Era all’interno di uno dei due autoparchi sequestrati nel comune di Trinitapoli, l’auto blindata utilizzata in passato da Michele Miccoli, pregiudicato 40enne di Cerignola.

Il blitz è stato effettuato il 21 e il 22 marzo dai carabinieri di Cerignola, con l’ausilio del Nucleo Operativo Ecologico di Bari, del Nucleo Cinofili di Modugno e del 6° Nucleo Elicotteri di Bari.

Il primo sequestro ha riguardato un’area di circa 6mila mq del valore di ben 500mila euro, sita in via degli artigiani - nella zona adiacente a via Foggia - destinata ad autoparco con al suo interno ben 73 box dati in locazione a privati.

I carabinieri hanno avuto modo di accertare che le condizioni generali dell’autoparco non erano in linea con la normativa finalizzata alla salvaguardia della salute e dell’ambiente; parte del piazzale, infatti, è privo di qualsivoglia pavimentazione atta ed evitare ogni tipo di inquinamento ed in diverse zone erano presenti vistose chiazze di olio ed altri liquidi provenienti dai mezzi in transito o lì parcati.

L’intera area adibita ad autoparco è risultata essere una discarica abusiva a cielo aperto. Durante il controllo i militari del 112 hanno richiesto anche l’intervento del personale dell’ufficio tecnico del comune che ha accertato la presenza di numerosi box completamente abusivi, privi di alcun titolo edilizio. Alla luce delle numerose violazioni, anche di natura penale, sono state denunciate a piede libero tre persone.

Il secondo sequestro ha riguardato un cantiere  esteso su di un’area privata di circa 25mila mq, del valore complessivo di circa 300mila euro, ubicata in località Pezzarosa, adiacente alla linea ferroviaria.

Al termine degli accertamenti i Carabinieri hanno sottoposto a sequestro tutta l’area interessata dal cantiere giacché i lavori effettuati, oltre ad essere del tutto privi delle autorizzazioni edilizie necessarie, hanno violato anche la normativa posta a tutela dell’ambiente.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento