Foto hot, il prete lascia la parrocchia: tirato in ballo in conversazioni erotiche

Il caso in provincia di Foggia. L'escort Mangiacapra: "Ho da fare nuove rivelazioni alla Curia". Il don tirato in ballo in chat erotiche

Foto di repertorio

L’articolo di Foggiatoday sulle foto hot ritrovate sulle chat di Telegram del giovane parroco di un paesino del Foggiano ha sortito un primo effetto: due giorni fa, all’esito di un consiglio pastorale convocato in via d’urgenza dal Vescovo, il prelato sarebbe stato esortato a prendersi un periodo di pausa fuori paese. La decisione sarebbe stata assunta dallo stesso don, trapela, accettata da mons. Luigi Renna, e dovrebbe essere immediatamente messa in pratica. Ma c’è una seconda versione, quella che vuole che l’allontanamento sia “forzoso”, chiesto ed ottenuto da monsignor Renna nelle more di fare chiarezza sulla imbarazzante vicenda che vede protagonista il giovane prelato, che peraltro va via nel momento più delicato della vita religiosa del paesino.

Il dossier dell'escort Mangiacapra

Ma gli avvenimenti impongono un momento di pausa, probabilmente. Perché lo scandalo che ha travolto la comunità non è roba da poco e don *** è bene che consenta che si riacquisti serenità, questo sarebbe stato il ragionamento; tanto più che l’escort più famoso d’Italia degli ultimi tempi ha promesso “altro materiale” allo stesso Renna: “Ho da fare nuove rivelazioni alla Curia, e le farò in via ufficiale, verbalizzandole” conferma alla nostra testata Francesco Mangiacapra, l’ex gigolò che ha già ha consegnato al Vaticano foto, immagini e stralci di conversazioni (soprattutto su Telegram, che dà la possibilità di distruggere i messaggi in breve tempo) avute con decine di prelati con cui ha intrattenuto rapporti sessuali a pagamento: un dossier di 1300 pagine in cui si raccontano i festini orgiastici omosessuali che si consumerebbero all’interno della Chiesa. Che materiale ha in mano Mangiacapra?

Le foto e le chat

Le fotografie dello scandalo che ha travolto il nostro giovane parroco stanno facendo il giro degli smartphone degli abitanti del paese, e lo si vede immortalato nudo e sorridente in un bagno che ha numerosi elementi di richiamo con la canonica. Perché esistono questi scatti? E perché le stesse foto si ritrovano anche in una conversazione sulla piattaforma Telegram, nell’ambito di una chat tra un altro parroco ed un seminarista a sfondo esplicitamente erotico-sessuale? E che ruolo ha il don in tutto questo? E’ vittima di uno sporco gioco? O è protagonista a tutti gli effetti?

La comunità è divisa

La comunità in queste ore è divisa: da una parte i fedelissimi e gli irriducibili difensori del prelato, che (per convinzione o per convenienza) hanno preso con maggior vigore a tentare di spazzare via qualsivoglia ipotesi, anche la più remota, di possibili coinvolgimenti del don in vicende di sesso; dall’altra coloro che gridano allo scandalo e che nelle foto girate nella piccola comunità ci vedono l’evidenza dei fatti.  

La conversazione erotica

Mangiacapra intanto a Foggiatoday dichiara che il nome in questione non gli è nuovo, né lo sono le sue nudità (per quanto, tuttavia, lui rapporti col prelato non ne abbia avuti). Ma esistono delle chat che non gli fanno certamente buon gioco.  Foggiatoday ne ha potuto visionare alcune da cui si evince che don G. (parroco già sospeso in quel di Basilicata per il dossier) avrebbe effettivamente organizzato incontri sessuali tra un seminarista e il prelato del foggiano.

Della chat riportiamo solo lo stralcio finale, a “rapporto consumato”, per meglio chiarire il tenore dello scambio

a) Puoi dami il numero di .... che vorrei ringraziarlo? Tranquillo non te lo rubo

b) oooh ma stai tranquillo che non mi preoccupo. Ho solo chiesto se posso dartelo, di sicuro posso ma io chiedo sempre

a) faccina sorridente

b) pensavo ve lo foste scambiato

a) e no, non c’è stato tempo, tra un c**** e l’altro (faccine che ridono)

b) dà il numero e aggiunge: sei stato bravo

a) grazie. 

Questo, appunto, è lo stralcio “a rapporto consumato”; le parti precedenti, molto più volgari, le abbiamo omesse. Due sere fa il consiglio pastorale urgente, ma ancor nessun provvedimento forte di Renna che, evidentemente, attende di avere granitiche certezze sull’eventuale coinvolgimento del suo parroco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Testimonianza choc, la compagna del 38enne ucciso: "E' stato il bambino". Giornalista costretto a cancellare immagini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento