rotate-mobile
Cronaca

Se ne va un pezzo di Foggia: addio a Corradino, il salumiere di Piazza Aldo Moro con la passione per la musica

Corradino cominciò con la salumeria Sammartino di piazza San Francesco, poi si mise in proprio e aprì una salumeria in via Pagano prima e piazza Aldo Morto dopo. L'estate si trasferiva a Siponto

Si è spento a 82 anni Corrado d'Urso, detto Corradino, il salumiere dei foggiani di via Mario Pagano negli anni '60 e di piazza Aldo Moro, dai Settanta ai Novanta.

Chi era Corradino

Corradino era figlio d'arte. Papà Michele era stato il timpanista-batterista della banda 'Città di Foggia' che nel 1928 vinse il primo premio nazionale 'Bande d'Italia' e aveva suonato con l'orchestra di Toscanini.

La passione per la musica travolse anche il piccolo della famiglia D'Urso, batterista nel tempo libero di diversi complessi locali e assiduo frequentatore del famoso 'Circolo tre bis'. 

Fu proprio in quel suggestivo ambiente di piazza Addolorata, di talenti e personalità illustri, che Corradino ebbe l'onore di esibirsi con artisti musicali del calibro di Maina e Telesforo, oltre che di Renzo Arbore, che proprio in quel club mosse i suoi primi passi da artista.

Nelle sue corde c'era però l'abilità di trattare salumi-formaggi e di rapportarsi con i clienti, con i quali strinse un rapporto di fiducia e di amicizia mai domo.

Corradino aveva cominciato a lavorare sin da bambino presso la salumeria Sammartino di Piazza San Francesco d'Assisi, poi si era messo in proprio ed era diventato un'istituzione per i foggiani e anche per i vacanzieri di Siponto, località balneare a pochi chilometri dal capoluogo dauno dove gestiva un'altra salumeria aperta solo nei mesi estivi.

"Era tifosissimo del Foggia, mi portava sempre in trasferta a vedere i rossoneri" afferma a FoggiaToday il nipote Pino. I clienti lo ricordano così: "Era la preferita di mio padre che non rientrava a casa se non portava il cartoccio degli affettati", "Era tutto buono da lui", "ricordo da bambino quando mia madre mi mandava a comprare il prosciutto e mi diceva di andare da Corradino e da nessun altro", "Era un salumiere storico".

I funerali si svolgeranno lunedì mattina alle 10.30 presso la chiesa di San Ciro
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Se ne va un pezzo di Foggia: addio a Corradino, il salumiere di Piazza Aldo Moro con la passione per la musica

FoggiaToday è in caricamento