menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Biccari, foto dal profilo FB del sindaco

Biccari, foto dal profilo FB del sindaco

Monti Dauni flagellati dal maltempo: la sicurezza del territorio è a rischio

Il sindaco di Biccari chiede interventi straordinari ed urgenti a Regione e Provincia. Ingenti i danni prodotti dalla bomba d’acqua del 15 ottobre

Giannicola De Leonardis si schiera dalla parte del sindaco di Biccari, Gianfilippo Mignogna, che ha richiesto interventi straordinari ed urgenti a Regione e Provincia per la messa in sicurezza del territorio (“altrimenti alla prossima pioggia sarà peggio di prima”), messo a dura prova dalla bomba d’acqua che ha colpito i Monti Dauni nella notte tra il 14 e il 15 ottobre scorsi.

Abbandonati, senza personale e senza risorse, i piccoli comuni del subappennino dauno hanno dovuto fronteggiare in solitudine i gravi disagi derivanti dal maltempo, che hanno prodotto ingenti danni, tanto da richiedere lo stato di calamità naturale. “Una richiesta che sostengo con convinzione, perché il Comune non può provvedere a liberare strade, pulire canali e riparare condotte idriche unicamente con le risorse del proprio esiguo bilancio, ma necessita di contributi straordinari da parte della Regione Puglia e della Provincia di Foggia. E alla luce di quanto è purtroppo accaduto, e potrebbe ripetersi nell’immediato futuro, sarebbe opportuno anche verificare la tenuta dei lavori fatti negli anni precedenti, e procedere a un monitoraggio del territorio per prevenire e scongiurare ulteriori disastri”

La mattina del 16 ottobre il sindaco di Motta Montecorvino, l’avv. Antonio Santacroce, si era sfogato così sulle pagine di Facebook: “Lo dico e lo ripeterò ovunque. Gli avvenimenti di ieri, in particolare l'esondazione straordinaria di torrenti e fiumare, hanno, ancora una volta, evidenziato in tutta la sua pro-rompente gravità la situazione in cui versano i Monti Dauni. Di fatto, ieri, i Monti Dauni, Lucera in testa, oltre a dover affrontare, come sempre da soli, l'ennesima emergenza, sono rimasti per diverse ore sostanzialmente privi, tra gli altri, del fondamentale servizio sanitario”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento