Incidenti stradali Statale 16, Farina: “Deviare traffico pesante in autostrada”

L'assessore ai Lavori Pubblici chiede alla Regione di farsi carico del pedaggio autostradale e di procedere presto ai lavori di allargamento e sicurezza nel tratto Foggia-San Severo

Troppi incidenti stradali e troppe vittime hanno spinto l’assessore provinciale ai Lavori Pubblici, Domenico Farina, a convocare un tavolo tecnico con la Regione e l’Anas per l’individuazione dei tempi e delle modalità per la realizzazione dei lavori di allargamento e messa in sicurezza della Statale 16 nel tratto che collega Foggia a San Severo.

L’idea della Provincia è anche quella più volte sostenuta da Bruno Maizzi, vale a dire la deviazione obbligatoria del traffico pesante in autostrada, ma – per Farina – con pedaggio a carico della Regione Puglia.

Il tratto di pericolosità della 16 è alto. Per questo motivo l’assessore ha inviato una lettera al governatore della Puglia, Nichi Vendola, al Ministro delle Infrastrutture, Corrado Passera, e al Prefetto di Foggia, Luisa Latella, sottolineando come la condizione della SS 16 sia diventata ormai «insostenibile» e metta costantemente a repentaglio l’incolumità degli automobilisti che percorrono quotidianamente l’arteria.

"È di tutta evidenza che la Provincia di Foggia non ha competenze specifiche né particolari poteri di intervento diretto – spiega l’assessore provinciale – Tuttavia siamo pronti a dare il nostro contributo politico, in termini di proposte, di idee e di supporto tecnico con le nostre strutture ai fini della progettazione".

Nella sua missiva Farina ricorda che "la circolazione di mezzi pesanti e commerciali da anni congestiona un’arteria la cui fruibilità è di rilevanza strategica per il traffico veicolare diretto verso il capoluogo, il Tavoliere, le province e le regioni limitrofe".

"Risulta fondamentale una netta accelerazione dei lavori di completamento della Strada Regionale 1 – aggiunge Farina – che potrebbe chiaramente concorrere al decongestionamento del traffico sulla Statale 16 e l’installazione di postazioni fisse di autovelox nei suo tratti più pericolosi. Allo stesso modo appare inderogabile una più intensa attività di contrasto e lotta alla prostituzione che purtroppo affolla questa arteria».


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento