Cronaca

Lei è positiva al Covid, il neonato no: dopo due tamponi negativi, giovane mamma può abbracciare il suo bambino

Dimessa la donna di origine nigeriana che ha dato alla luce un bimbo, negativo al virus, nella Struttura di ostetricia e ginecologia universitaria. Il dg Dattoli: "Un segnale di speranza, oltre le paure e le  difficoltà”

Immagine di repertorio

Finalmente ha potuto riabbracciare il suo piccolo.

E’ stata dimessa, dopo due tamponi negativi, la giovane signora di origine nigeriana positiva al Covid che nei giorni scorsi aveva dato alla luce un bimbo, risultato negativo al virus, presso la Struttura di ostetricia e ginecologia universitaria del Policlinico Riuniti di Foggia, diretta dal prof. Luigi Nappi. Il neonato è stato amorevolmente accudito in questi giorni dal personale della Struttura di neonatologia e terapia intensiva neonatale del Policlinico Riuniti, diretto dal dott. Gianfranco Maffei.

Covid: positivi tre medici del reparto di Ginecologia del policlinico Riuniti di Foggia

Per rendere possibile il contatto, se pur a distanza, tra la mamma e il neonato e per sostenere emotivamente la giovane donna, in questa fase così delicata del puerperio, aggravata dal Covid e dall’isolamento, il servizio sociale ospedaliero, in particolar modo la dott.ssa Antonella Calvo con le sue collaboratrici, ha curato giornalmente i contatti madre/bambino tramite video, foto, e telefonate di sostegno, anche grazie all’ausilio della mediatrice linguistica Faith.

Giovedì la giovane donna, dopo il secondo tampone negativo, è stata dimessa e accompagnata ad abbracciare finalmente il suo bimbo. “E’ stata una grande emozione per tutti. In questo momento di emergenza sanitaria, queste belle storie a lieto fine rappresentano un segnale di speranza, oltre le paure e le  difficoltà”, ha chiosato il direttore generale del ‘Riuniti’, Vitangelo Dattoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lei è positiva al Covid, il neonato no: dopo due tamponi negativi, giovane mamma può abbracciare il suo bambino

FoggiaToday è in caricamento