La battaglia di Gianpiero prosegue: il militare è stato dimesso dall'ospedale

Dovrà restare ancora qualche settimana a New York per sottoporsi a controlli e proseguire le terapie, mentre i medici valuteranno le cure successive da eseguire anche in base all'eventuale crescita del tumore

Volto sofferente ma che non perde il sorriso. E quel pollice in su che ha il sapore della speranza. "Finalmente fuori" le parole di Barbara Rado, moglie di Gianpiero Saglimbene, il militare di origine sanseverese affetto da una rara forma di sarcoma e volato negli Stati Uniti per riuscire a sconfiggere la malattia. 

Sottoposto a due delicati interventi eseguiti dall'equipe del dott. Tomoaki, Gianpiero è stato finalmente dimesso. Dovrà restare ancora qualche settimana a New York per sottoporsi a controlli e proseguire le terapie, mentre i medici valuteranno le cure successive da eseguire anche in base all'eventuale crescita del tumore. 

Intanto Barbara è tornata in Italia (ad assistere Gianpiero ci sarà sua sorella) per rivedere i due figli, che non vedono l'ora di riabbracciare anche papà Gianpiero. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento