rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Prima disposizione per i preti no-vax. Il vescovo-medico Giacomo Cirulli: "Non possono distribuire l'Eucarestia"

Il prelato di Cerignola, attualmente vescovo della Diocesi di Teano-Calvi e Alife-Caiazzo prende una decisione forte ma, a suo avviso, necessaria per contenere la corsa del Covid

Vietato ai sacerdoti no-vax distribuire l’Eucarestia. Il cerignolano Giacomo Cirulli, attualmente vescovo della Diocesi di Teano-Calvi e Alife-Caiazzo va dritto al punto, prendendo una decisione forte ma, a suo avviso, necessaria per contenere la corsa del Covid che, nel Casertano, sta registrando numeri preoccupanti.

Come riporta CasertaNews, lo stop viene imposto anche a diaconi e laici no-vax che prestano servizio nelle chiese diocesane. Tale disposizione è contenuta in un decreto che stabilisce anche che "durante le celebrazioni le ostie conservate nei vasi sacri devono essere coperte. Fino a nuova comunicazione è sospesa ogni attività pastorale, catechistica e formativa in presenza".

Monsignor Cirulli, che prima di prendere i voti ha studiato Medicina e Chirurgia, richiama le parole di papa Francesco (che lo ha ordinato vescovo nel novembre 2017): "Vaccinarsi con vaccini autorizzati dalle autorità competenti è un atto d'amore. E contribuire a far sì che la maggior parte della gente si vaccini è un atto d'amore. Amore per sé stessi, amore per familiari e amici, amore per tutti i popoli". Sospesa, inoltre, ogni attività pastorale, catechistica e formativa in presenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima disposizione per i preti no-vax. Il vescovo-medico Giacomo Cirulli: "Non possono distribuire l'Eucarestia"

FoggiaToday è in caricamento