Rifiuti, Nigro Idv: “Emergenza discariche, la soluzione è il porta a porta”

Pasquale Nigro: "La raccolta differenziata porta a porta sarebbe la soluzione, incentivando quanti la fanno e sanzionando e commissariando le amministrazioni inadempienti"

Discarica

“Dal 30 Giugno prossimo cambieranno le regole per il conferimento in discarica dei rifiuti nella Regione Puglia e sappiamo con certezza che le attuali ATO scompariranno e ne sarà istituita una per provincia a seguito delle vivaci proteste degli enti istituzionali locali”, è quanto afferma il responsabile “Infrastrutture, mobilità e trasporti” Pasquale Nigro dal Partito dell'Italia dei Valori”.

"Non c'è da stare tranquilli, sebbene saranno soppressi questi inutili carrozzoni, l'emergenza discariche non sarà risolta. E' inammissibile che i rifiuti dell'intera provincia vengano sversati in due, massimo tre siti, trasformandoli in vere e proprie bombe ecologiche, e mi riferisco a quella di Deliceto e di Cerignola, fomentando così la creazione di quelle abusive”, denuncia Pasquale Nigro.

Il nostro territorio ne è pieno, non lontano abbiamo la discarica dismessa di Ariano Irpino, quella ancora operativa di Savignano Irpino, la più grande abusiva d'Europa di Cervaro (Castelluccio dei Sauri), l'ex fornace di Giardinetto (Troia), la centrale termoelettrica (Candela - Ascoli), l'inceneritore La Fenice di San Nicola di Melfi.

"La raccolta differenziata porta a porta sarebbe la soluzione, incentivando quanti la fanno e sanzionando e commissariando le amministrazioni inadempienti. Sulla base dell'esperienza della gestione rifiuti nelle realtà dove siamo presenti come amministratori e sulla chiara linea del partito, ci facciamo portavoce della denuncia in seno alla Regione, dove è presente in quota IDV il nostro assessore regionale alla Qualità dell'Ambiente Dott. Nicastro, per le opportune decisioni da prendere in seno all'ente preposto" conclude dal partito dell'Italia dei Valori, Pasquale Nigro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento