Il virus cammina ma per fortuna non corre: il sospiro di sollievo della Puglia e la strategia per contenere il contagio

L'analisi delle ultime ore dell'epidemiologo e coordinatore della task force della Regione Puglia sull'emergenza sanitaria Covid-19 Coronavirus

Pierluigi Lopalco, foto da Faceboo

Una strategia per il contenimento dei focolai. L'epidemiologo e responsabile dell'emerganza sanitaria in Puglia, Pierluigi Lopalco, lo ha spiegato in un articolo pubblicato sul sito 'Adulti e vaccinati': "Consiste nella lettura della temperatura in ingresso in ospedale per tutti gli operatori sanitari, nell'identificazione immediata di tutti gli operatori che siano stati a contatto con un positivo senza indossare dispositivi di protezione individuale. I contatti occasionali sono seguiti con sorveglianza sanitaria, isolati e testati appena presentano sintomi. I contatti più stretti sono messi in contumacia a domicilio e immediatamente sottoposti a sorveglianza sanitaria". 

A chi in questi giorni ha ritenuto a mo' di richiesta che per arginare il contagio sarebbe necessario eseguire i tamponi a tutti, Lopaloco ha risposto che "le azioni strategiche per fronteggiare il Covid-19 sono cerca, isola, testa, tratta". Strategia, questa, che ha portato fino ad oggi a fare oltre 6mila tamponi, 700-800 negli ultimi giorni. Livelllo di indagine che ha permesso di individuare 906 casi: "Il numero di tamponi positivi sul totale è stato il 13% a riprova del fatto che comunque abbiamo largheggiato il giusto" ha concluso.

A RadioBari il responsabile della tack force regionale ha detto ai pugliesi di non farsi prendere dalla paranoia, perché "tutte le epidemie passano e passerà anche questa" ha aggiunto, consigliando di mantenere una buona igiene personale e domestica e sottolineato "che il virus cammina con le nostre gambe ma se stiamo fermi tutti sta fermo. Al momento constatiamo che cammina ma per fortuna non corre".

Per quanto riguarda invece le terapie e le cure anti-coronovirus, in un Tweet ha fatto chiarezza: "Di farmaci che in passato abbiano funzionato contro i virus ne esistono pochissimi e nessuno garantisce risposte definitive. Per controllare l'Hiv ci sono voluti decenni di sperimentazione".

Sulla durata dell'emergenza sanitaria, all'AdnKronos il professore di Igiene all'Università di Pista, a proposito della principale misura contro la diffusione del Coronavirus, vale a dire l'isolamento in casa e la drastica riduzione dei contratti sociali, è stato chiarissimo: "Credo che ora dobbiamo cominciare a preoccuparci, oltre che della malattina, anche dell'aspetto della tenuta. Queste misure dureranno a lungo, bisogna dirlo agli italiani che occore cominciare a organizzarsi e a pensare su come affrontare non solo i prossimi giorni ma anche le prossime settimane",

Per Lopalco,  nonostante l'aumento dei casi positivi in Puglia "siamo lontani per adesso dallo scenario peggiore perché questo incremento è costante, ogni giorno si aggiunge lo stesso numero dei casi. Questo ci dà un po' di respiro perché per il 25 marzo avevamo fatto uno scenario di 2mila casi. Così lo abbiamo spostato in avanti per il momento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento