Risolto l'omicidio del 'Gran Ghetto', uomo ucciso da una coltellata: arrestato 26enne

Identificato l'aggressore: si tratta di Mariko Tahitov, 26enne ivoriano con il quale la vittima aveva avuto un violento litigio. Per il maliano è stato fatale un fendente all'addome.

Mariko Tahitov

Un violento litigio, spento nel sangue. E’ quello avvenuto nel tardo pomeriggio dello scorso 27 luglio, all’interno del ‘Gran Ghetto’, immensa baraccopoli che sorge nelle campagne tra Foggia, San Severo e Rignano Garganico dove una rissa a colpi di coltelli è costata la vita ad un 34enne maliano, Ibrahim Traore.

L’uomo era stato gravemente ferito da una coltellata all’addome ed è stato trasportato agli Ospedali Riuniti di Foggia in condizioni disperate, dove è morto poco dopo. Immediate le indagini avviate dai carabinieri: raccogliendo alcune testimonianze direttamente sul posto, i militari sono riusciti a rintracciare l’autore dell’aggressione, nel frattempo barricatosi all’interno di una baracca, circondato da numerosi ospiti dell’accampamento, che manifestavano intenti aggressivi nei confronti dell’uomo.

MICHELE EMILIANO INSISTE: "IL GHETTO VA CHIUSO"

I militari, con non poche difficoltà, sono riusciti a riportare la calma e a tranquillizzare i presenti; hanno quindi prelevato l’aggressore, che è stato immediatamente condotto in caserma per essere interrogato. Nella circostanza è stato anche ritrovato il coltello con il quale era stato ferito il 34enne che di lì a poco sarebbe deceduto.

Le indagini hanno permesso dunque di appurare che Mariko Tahitov, cittadino ivoriano classe ’90, aveva avuto un litigio per futili motivi con la vittima durante il quale l’aveva colpita con un coltello. Particolarmente importante per ricostruire l’accaduto, sono risultate le testimonianze rese da alcuni cittadini stranieri che avevano assistito all'accaduto. Sulla base dei numerosi elementi raccolti dai carabinieri, la Procura di Foggia ha emesso un fermo di indiziato di delitto nei confronti del cittadino ivoriano, che è stato tradotto al carcere di Foggia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento