Nigeriano accoltellato al 'Rosati': arrestato anche il complice, fratello di Campanile

Per i carabinieri, ad aggredire ed accoltellare il 32enne nigeriano sarebbero stati i fratelli Campanile, che non avrebbero gradito la presenza dell'uomo nei pressi della bancarella di frutta e verdura di famiglia

Massimo Campanile

Chiuse le indagini sul tentato omicidio del cittadino nigeriano Eboige Godwin, ferito con due fendenti, lo scorso 13 settembre, nei pressi del mercato “Rosati”, a Foggia.

Un episodio che, nell’immediatezza dei fatti, vide l’arresto del 38enne Luigi Campanile e che trova ora la quadratura del cerchio con l’arresto del fratello Massimo, di 34 anni, gravemente indiziato di tentato omicidio, in concorso. L’uomo, irreperibile per alcuni giorni, è stato arrestato dai carabinieri di Foggia che hanno eseguito, nei suoi confronti, un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere.

Era stata propria la vittima, soccorsa dai sanitari del 118 e trasportata al pronto soccorso cittadino, a riferire ai militari di essere stato accoltellato da due commercianti di frutta e verdura, mentre era intento a chiedere l’elemosina all’angolo di via Pietro Scrocco. I due, infatti, non avrebbero ‘gradito’ la presenza fissa del 32enne nigeriano nei pressi della bancarella di famiglia.

Il fatto, lo ricordiamo, è accaduto il 13 settembre, poco prima delle dodici quando, al termine di un litigio, il cittadino nigeriano è stato aggredito e ferito con due coltellate all’addome, all’altezza del polmone ed a un fianco. Nell’immediatezza dei fatti, nessuno degli astanti ha saputo o voluto fornire indicazioni precise sull’accaduto, ma nel corso della giornata sono state numerose le segnalazioni anonime giunte agli inquirenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte indicazioni che hanno trovato riscontro nelle indagini condotte dai militari e nelle dichiarazioni fornite dalla vittima stessa, richiedente asilo di 32 anni. I due Campanile – spiegano i militari - erano stati già coinvolti sette anni fa in un episodio simile, avvenuto nei confronti di un cittadino senegalese in eguali modalità. Anche il fratello Massimo è stato associato al carcere di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento