Cronaca San Severo / Via Tommaso Fiore

San Severo, cavallo di ritorno: arrestato pregiudicato 21enne

Insieme ad un complice, ricercato e arrestato dalla polizia nell'ambito dell'operazione Danubio, hanno rubato un'auto e chiesto i soldi in cambio della restituzione. Alla consegna è stato fermato dai carabinieri

I carabinieri di San Severo hanno tratto in arresto un pregiudicato 21enne. C.M. è accusato della tentata estorsione avvenuta ai danni del proprietario di una Opel Corsa. Sempre secondo i militari del 112, il malvivente si sarebbe avvalso della complicità di una delle 14 persone accusate a vario titolo di furto, minacce ed estorsione e raggiunte da un’ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione “Danubio”.

La vittima, dopo aver subito il furto della propria autovettura, è stata contattata al telefono da due persone che avrebbero preteso 2mila euro per la restituzione del mezzo, altrimenti l’avrebbero bruciata. Al termine della telefonata è stato raggiunto un accordo per uno sconto di 500 euro. L’uomo ha allertato i carabinieri e si è presentato all’appuntamento in via Tommaso Fiore e, come da accordi, ha posizionato la busta con i soldi in un cassonetto di abiti usati davanti una chiesa.

Pochi minuti dopo è sopraggiunto il 21enne, colto in flagranza di reato e arrestato dai carabinieri. Il complice è riuscito a fuggire ma è stato arrestato poche ore dopo dai poliziotti perché su di lui pendeva un mandato di cattura scattato nell’ambito dell’operazione Danubio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Severo, cavallo di ritorno: arrestato pregiudicato 21enne

FoggiaToday è in caricamento