Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità

Disagio psichico a Foggia: quattro giorni contro lo stigma e la discriminazione

Torna la storica manifestazione contro lo stigma e la discriminazione del disagio psichico in programma a Troia dal 3 al 6 maggio

Quattro anni possono essere pochi o tantissimi, specie quando si parla di disagio psichico, per di più dopo un evento così drammatico e sconvolgente come la pandemia. L'attenuamento progressivo dell'emergenza sanitaria ha consentito la ripresa di 'Sportiva...Mente', la storica manifestazione contro lo stigma e la discriminazione del disagio psichico organizzata dal Centro di Salute mentale Foggia-Lucera-Troia, la cui ultima edizione si svolse nel 2019.

Il nuovo fitto programma è stato presentato stamani presso la sala conferenze della Asl di Foggia. Un programma che si declinerà in quattro giorni (dal 3 al 6 maggio) nei quali si terranno un torneo di calcetto (17 le squadre partecipanti) e diverse manifestazioni in piazza a Troia, anche quest'anno orgogliosamente comune ospitante, come ha dichiarato il sindaco Leonardo Cavalieri.

La speranza è di ripetere la grande risposta di pubblico registrata nell'ultima edizione. Se lo augura soprattutto Giuseppe Pillo, direttore del Csm di Foggia-Lucera-Troia, che nel suo intervento ha evidenziato i danni che l'emergenza pandemica ha provocato soprattutto tra le persone con disagio mentale: "La comunicazione da remoto può servire per prescrivere un farmaco, ma non si può vicariare l'aspetto sociale. Ora è il tempo di unire ciò che per tanto tempo è stato separato. Biologia, chimica, farmacologia, clinica, il sociale, la casa e il lavoro sono tutte questioni che attengono in modo trasversale alla salute mentale e coinvolgono tutte le istituzioni e associazioni. La salute mentale non può essere delegata ai semplici dipartimenti, ma coinvolgere l'intera comunità", ha dichiarato. La mission di 'Sportiva...mente' è proprio quella di cancellare l'emarginazione e agevolare la normalizzazione. Ecco perché, la farmacologia da sola non può bastare, ma è doveroso porre l'accento su una svolta socialmente non più differibile, ovvero assecondare i bisogni concreti afferenti alla quotidianità, come il lavoro o una casa: "Dare conto di queste cose può dare più senso alle cure", ha aggiunto Pillo, rimarcando la necessità di un lavoro di insieme che coinvolga tutti gli attori. Da qui il riferimento alla leggenda del colibrì che goccia a goccia tentava di spegnere un incendio in una foresta: "Ognuno di noi è chiamato a fare la propria parte". "Utopia possibile" è il messaggio che da sempre accompagna la manifestazione e si realizza attraverso il lavoro di insieme, la costruzione di una comunità in cui tutti si fanno carico delle problematiche dei singoli: "Abbiamo condiviso le difficoltà che ci hanno resi piccoli di fronte alla forza della natura, oggi riprendiamo cercando di prenderci carico insieme delle nostre fragilità. La pandemia ci ha dato una lezione. Non dobbiamo dimenticarci che l'unica strada per rendere migliore la realtà è essere una unità. La comunità è l'unica strada per dare speranza al singolo", ha spiegato il direttore generale dell'Asl di Foggia Antonio Nigri.

Un messaggio, il suo, evidentemente raccolto dalle tante realtà (dai comuni alle associazioni fino a ben tre diocesi) che parteciperanno a 'Sportiva...mente'. Franco Mezzadri, direttore sanitario, ha focalizzato il suo pensiero sul ruolo dei servizi territoriali per la tutela della salute mentale, il cui sostegno alle famiglie è fondamentale per alleviare il carico "cronico" che loro malgrado devono sostenere: "Quello che fate è straordinario, non è come in ospedale dove si guarisce in pochi giorni. Qui si parla di un processo lungo. Rispetto al passato sono stati fatti passi da gigante". Sui bisogni legati alla quotidianità si è espressa anche Rosaria Caputo, presidente dell'associazione 'Tutti in volo' (coordinatrice degli eventi previsti in sinergia con il Csm di Foggia-Lucera-Troia): "La presa in carico globale è fondamentale. Pensare alla casa e al lavoro sono aspetti sui quali lavoriamo da anni, percorsi lunghi, difficili, ma non impossibili. Il percorso è stato idealmente tracciato, bisogna solo perseguirlo praticamente. Le istituzioni, con i familiari, gli operatori e le altre figure, se lavorano in rete possono fare la differenza. Non è nulla di straordinario, occorre solo cercare responsabilmente di raggiungere un obiettivo comune che va anche a vantaggio della comunità". Senza contare i benefici anche di natura economica: "Il benessere della persona, a cascata, produce benessere alla famiglia, alla comunità e si spenderebbero meno fondi in farmaci e assistenzialismo".

Il programma completo della manifestazione

Dal 3 al 6 maggio - ore 9,00-12,00 e 15-18 - presso lo stadio comunale di Troia, torneo di calcetto a 6, cui prenderanno parte numerose rappresentanze di operatori e fruitori dei servizi di tutela della salute mentale. 

I gruppi sportivi

1. Asd 'Samarcanda'- 'Trieste' (TS)  

2. G.S. “Tutti in Palla” - Foggia (FG) 

3. G.S. “San Francesco” – Vasto (CH) 

4. G.S. “Anthropos”-  Giovinazzo-Bitonto (BA)

5. G.S. “Il Rifugio – Il Sorriso – L’Approdo” – Foggia, Lucera, Celenza (FG)

6. G.S. “Oxford” - Inghilterra 

7. G.S. Ass. “L’Anatroccolo”, Bitonto (BA)

8. G.S. “DSM Modena” - Modena 

9. ASD “APS Funiculà”, ANPIS Campania - Napoli

10. G.S. “La Collina” - Trieste (TS)  

11. G.S. “Tutti in Volo” - Deliceto e Troia (FG)

12. G.S. “Psichè-A. Merini” - Manfredonia (FG)

13. G.S. “CRAP Nuova Dimensione”, Foggia 

14. ADS “Tartaruga”, Orvieto (TR) 

15. G.S. “I Colori della Vita” - Isernia (IS)

16. G.S. “CRAP Casa Famiglia”, Cerignola (FG)

17. G.S. “L’Ultimo Minuto” – Biella (BI)

Giovedì 4 maggio,  ore 9,00,  Troia - ex convento San Domenico, partenza del corteo “Sportiva…mente”, costituito da tutti i partecipanti e dai rappresentanti del mondo delle istituzioni, del no-profit e del volontariato, aperto all’intera cittadinanza. A seguire, alle ore 10,30 presso il cineteatro “Cimaglia”, si svolgerà la manifestazione inaugurale.

Venerdì 5 maggio,

A Troia nella villa comunale dalle ore 19,30 - “La Corte dei Miracoli – Stand espositivi da parte di cooperative sociali di tipo B, di Associazioni e di piccole Aziende del settore dell’agro-alimentare e dell’artigianato.

- Percorso enogastronomico

- Festa di piazza con artisti del mondo dello spettacolo

Sabato 6 maggio

– ore 9,00: Stadio comunale di Troia: finali del Torneo. 

- ore 12,00: per le strade principali di Troia, sfilata degli automezzi dei gruppi partecipanti. A seguire la premiazione presso l’agriturismo Posta Guevara di Giardinetto, comune di Orsara.

Il programma sociale

4 maggio 16-18 Bovino. Visita al borgo con il castello ducale, i giardini pensili ed il museo civico

5 maggio 10-12 Troia. Visita al Laboratorio di pasta fresca. Realizzazione della pizza presso il Centro del Gusto. Breve visita al centro storico ed alla cattedrale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disagio psichico a Foggia: quattro giorni contro lo stigma e la discriminazione
FoggiaToday è in caricamento