rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Foggia blindatissima per l'arrivo di Mattarella: 'aree di massima sicurezza' e intere strade cittadine interdette al traffico

Il capo dello Stato giungerà in città il prossimo lunedì, 25 ottobre, per inaugurare l’anno accademico dell’Università di Foggia. Predisposto il piano per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Interdette al traffico, anche pedonale, intere strade cittadine. I provvedimenti adottati

Foggia si prepara ad accogliere il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Matterella. Il capo dello Stato, come già anticipato, giungerà in città il prossimo lunedì, 25 ottobre, per inaugurare l’anno accademico dell’Università di Foggia.

La cerimonia si svolgerà alle 11, nell’aula magna del Dipartimento di Economia e sarà il momento culminante di un ampio percorso che l’ateneo dauno ha intrapreso in materia di antimafia sociale, offrendo alla popolazione studentesca (e non solo) importanti momenti di riflessione e confronto con il procuratore nazionale antimafia, Cafiero De Raho e il presidente di Libera don Luigi Ciotti, con Tano Grasso, presidente onorario Fai antiracket e con la ministra alla Giustizia, Marta Cartabia.

In attesa dell’evento, il Comune di Foggia ha predisposto il piano per la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, che prevede ‘aree di massima sicurezza’ blindatissime e variazioni sensibili alla consueta viabilità.

Nel dettaglio, come da ordinanze commissariali e dirigenziali del Comune di Foggia, dalla mezzanotte del 25 ottobre e fino a cessate esigenze, verrà istituita un’area di massima sicurezza (via Mazzei e via Galliani sino a via Brigata Pinerolo - via Romolo Caggese da via Mazzei sino a via Guglielmi - via Alberto Da Zara da via Caggese a via Brigata Pinerolo - via Alberto Alvarez Valentini da via Caggese a via Rotundi), che prevede il “divieto di esercizio di altre concomitanti attività nel complesso universitario di via Caggese; la sospensione dei lavori del cantiere presso i Campi Diomedei; il divieto di nuove concessioni di occupazione di suolo pubblico e la sospensione di quelle già autorizzate; il divieto di attività di ambulantato, limitazioni allo smaltimento dei rifiuti, con rimozione di tutti i cestini portarifiuti, cassonetti della spazzatura e della raccolta differenziata”.

Prevista, ancora ‘un’area riservata’ (via Fortore da corso del Mezzogiorno a via Scillitani - via Scillitani – Villa Comunale - piazza Cavour – via IV Novembre - piazza Italia - corso Roma da piazza Italia a via Bari e via Di Vittorio da corso Roma sino a corso del Mezzogiorno) con “divieto di attività di ambulantato; divieto di nuove concessioni di occupazione di suolo pubblico”.

Tracciato sia l’itinerario principale che verrà percorso dal presidente Mattarella (Aeroporto Gino Lisa - via degli Aviatori - SS 673 - via Salice Nuovo - corso del Mezzogiorno - via Fortore - via Mazzei via Caggese), che il percorso alternativo (Aeroporto Gino Lisa - via degli Aviatori - via Einaudi - via Gandhi - via Lenotti - via Smaldone - corso del Mezzogiorno - via Fortore - via Mazzei - via Caggese). Anche in queste aree sarà previsto il divieto di attività di ambulantato e di nuove concessioni di occupazione di suolo pubblico.

A partire dalle 6 del 24 ottobre e sino al termine dell’evento, verrà istituito il divieto di sosta con rimozione forzata lungo via R. Caggese – via Galliani (tratto compreso tra via R. Caggese e via Brigata Pinerolo) – via A. da Zara (tratto compreso tra via R. Caggese e Via Brigata Pinerolo) – via A. Valentini (tratto compreso tra via R. Caggese e via F. Rotundi) – via A. Guglielmi tratto adiacente la Biblioteca Provinciale e la Chiesa Madonna del Rosario (area riservata al Capolinea Ferrovie del Gargano).

Predisposta la chiusura al traffico veicolare delle medesime vie dalle 8:00 del 24 ottobre e sino al termine esigenza lavori di messa in sicurezza. Chiusura al traffico veicolare, con istituzione del divieto di sosta, dalla mezzanotte del 25 ottobre e sino al termine dell’evento, lungo via Caggese – via M. Mazzei – via Galliani (tratto compreso tra via R. Caggese e via Brigata Pinerolo) - via A. Da Zara (tratto compreso tra via R. Caggese e via F. Rotundi) - via A. Valentini (tratto compreso tra via R. Caggese e via Brigata Pinerolo).

Divieto di transito pedonale nelle medesime vie, salvo nei camminamenti transennati. Il capolinea degli autobus di Ferrovie del Gargano verrà eccezionalmente spostato da via Galliani a via A. Guglielmi – lato Biblioteca Provinciale / Chiesa Madonna del Rosario dalla mezzanotte del 24 ottobre sino a tutto il giorno seguente.

"E' per noi un grande onore accogliere il presidente Mattarella. La sua presenza in città rappresenta un messaggio forte, ovvero che lo Stato c'è e guarda a Foggia con attenzione", aveva spiegato a FoggiaToday il rettore, Pierpaolo Limone, confermando la presenza del capo dello stato in città. "Le vicende dure e i gravi episodi che stanno interessando il territorio di Capitanata negli ultimi tempi, non devono farci perdere la speranza: Foggia, e con essa l'intera provincia, potrà scrivere la sua storia di successo. Ma questo percorso non può prescindere dal ruolo delle istituzioni formative e dall'attivazione di seri percorsi di antimafia sociale".  

L’impegno dichiarato dall’ateneo dauno, infatti, è quello di lavorare per contribuire a realizzare lo scatto d’orgoglio necessario a trasformare Foggia da città vessata dalla mafia a città dell’antimafia. Per questo, la visita del Presidente Mattarella riveste una doppia importanza: oltre a rappresentare la massima carica dello Stato è anche testimonianza vivente di impegno sul tema (il fratello Piersanti, presidente della Regione Sicilia e simbolo del riscatto e di una nuova Sicilia ispirata ai valori dell'antimafia, fu assassinaato nel 1980).

L'ultima visita di un Presidente della Repubblica a Foggia risale al 2006, quando la città accolse Carlo Azeglio Ciampi, decimo presidente della Repubblica Italiana eletto il 13 maggio del 1999. L’allora presidente, giunse in città con la moglie Franca e il segretario generale del Quirinale, Gaetano Gifuni, per l’ultima tappa del suo tour istituzionale nelle province italiane. Prima ancora fu nel 1999, quando sempre Ciampi partecipò commosso ai funerali di Stato per le vittime del crollo di viale Giotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia blindatissima per l'arrivo di Mattarella: 'aree di massima sicurezza' e intere strade cittadine interdette al traffico

FoggiaToday è in caricamento