rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Basket

La Cestistica parte bene, ma sciupa tutto nel secondo tempo: il derby va al Nardò

Al Palazzetto dello Sport 'San Giuseppe da Copertino' il match si conclude a 80-72 per l’Hdl Nardò. I Neri non hanno mantenuto la costanza e la tenacia che sarebbe servita per portarsi a casa referto e morale alti

Un altro stop in trasferta, l’ennesima partita che poteva concludersi in un modo ed invece siamo qui a commentare una sconfitta. Al Palazzetto dello Sport “San Giuseppe da Copertino” il match si conclude a 80-72 per l’Hdl Nardò. Contro i granata di coach Di Carlo, pieno di nomi altisonanti e di giocatori esperti (basti vedere le statistiche odierne di Poletti, Baldasso, Borra, La Torre e Parravicini, tutti in doppia cifra), i Neri non hanno mantenuto la costanza e la tenacia che sarebbe servita per portarsi a casa referto e morale alti, coronando con una vittoria il derby pugliese contro, a dover di cronaca, un’avversaria capace di giocare con il coltello tra i denti e di recuperare uno svantaggio che, al secondo quarto, era abbastanza nitido. Senza l’assenza dell’americano CJ Wilson, l’Allianz ha avuto la meglio nei primi venti minuti, portandosi a casa il primo parziale (17-20) ed il secondo (34-44) grazie ad Antonino Sabatino, MVP di giornata con 24 punti. Sarebbe bastato continuare a spingere sull’acceleratore ma, invece, dal +10 al -4 è un attimo e, sulla scia di una terza frazione a tinte granata, i padroni di casa hanno azzannato l’incontro fino alla sua conclusione del 80-72. “Quando si perde – spiega il Presidente Amerigo Ciavarella – non si può essere mai soddisfatti, soprattutto se parliamo di una partita che, per ben venti minuti, abbiamo dominato in lungo ed in largo. Dobbiamo esser bravi a comprendere i momenti stagionali, con le sue contraddizioni e difficoltà ma non dobbiamo lasciarci trascinare eccessivamente dalle negatività. È già tempo di guardare alla prossima sfida, un’altra trasferta pericolosissima da cui, ci auguriamo, di uscire indenni. Bisogna ricaricare le pile, recuperare energie preziose e, soprattutto, crescere e compiere quello step che è necessario per essere competitivi con tutti”. Come diciamo sempre: si continua lavorando.

PRIMO TEMPO: CHE BELLA SAN SEVERO! NARDO’ COMBATTE – Coach Di Carlo punta su: Parravicini, Baldasso, La Torre, Poletti e Borra mentre il tecnico giallonero schiera: Sabatino, Bogliardi, Fabi, Lupusor e Daniel. È Nardò a far partire il derby a giri di motore elevati, andando sotto il ferro per sfruttare soprattutto i centimetri di Borra (bravo anche a conquistare extra possessi utilissimi per i granata) mentre dall’altra parte la Cestistica, all’inizio un po’ attendista, prende fiducia grazie alla tripla di Bogliardi e a due contropiedi produttivi. Non si profila una partita statica anzi, le due squadre sembrano avere ben chiare le rispettive idee ed una palese, seppur diversa, identità di gioco. Al 10’ è: 17-20. La seconda frazione si apre con un interessantissimo +6 dell’Allianz Pazienza, conquistato grazie alla ‘bomba’ ancora di Matteo Bogliardi ed il gancio di Ion Lupusor. I padroni di casa, però, non restano a guardare: Vašl dimezza lo svantaggio e Baldasso riporta il punteggio in perfetta parità. L’atteggiamento della squadra di Damiano Pilot continua ad essere impeccabile sia in attacco (notevolissimi i sette punti di Sabatino in una manciata di minuti e la mano calda di Lupusor), al netto del +10 sanseverese, che in difesa dove ci si chiude a riccio per non permettere al pivot Borra di prendere possessi utili. Un secondo quarto da otto in pagella per San Severo: 34-44.

SECONDO TEMPO: INERZIA COMPLETAMENTE INVERTITA E HDL VINCENTE – Poletti, Fabi da tre e poi schiacciate di Borra e ancora Poletti: tanto basta al tecnico giallonero per fermare i giochi, considerando che il ‘toro’ inizia ad avvicinarsi troppo e non è di certo un bene per i dauni. L’uscita dal timeout comporta pochi frutti e chi ne beneficia, tra errori e poca chiarezza, è solo l’Hdl a discapito di una San Severo leggermente più contratta rispetto ai primi 20’. Al minuto 29, per la prima volta in partita, i granata sono in testa dopo aver recuperato uno svantaggio ampio, motivo per cui ora l’inerzia è a loro favore. Il parziale del terzo quarto: 60-56. Sabatino (ancora lui) tiene in vita i suoi compagni in un momento in cui la Cestistica ha bisogno di non mollare la presa e non lasciare spazio agli avversari. Gli uomini di coach Di Carlo hanno il gran merito di aver ribaltato completamente la partita ed ora sono loro a comandare ritmi e tempi. Fabi si prende la scena con cinque pinti lampo e cambia ancora una volta il punteggio sul tabellone del “San Giuseppe” di Lecce, da ora, sempre abbastanza altalenante. Nell’equilibro precario è la maggiore esperienza degli ospiti ad emerge negli ultimi istanti di una partita che la Cestistica poteva vincere ma così non è stato. Finale: 80-72.

Il calendario va veloce: si recupera la quarta giornata di campionato, al “Grana Padano Arena”, contro la Staff Mantova. Salto a due nell’infrasettimanale di mercoledì 30 novembre, 17.00

IL TABELLINO – HDL Nardò – Allianz Pazienza San Severo 80-72 (17-20, 17-24, 26-12, 20-16)

HDL Nardò: Mitchell Poletti 20 (5/11, 2/5), Lorenzo Baldasso 16 (3/7, 3/6), Jacopo Borra 14 (6/10, 0/0), Andrea La torre10 (2/2, 2/5), Matteo Parravicini 10 (1/5, 2/4), Miha VaŠl 6 (0/0, 2/5), Andrea Donda 4 (1/3, 0/0), Andrea Renna 0 (0/0, 0/0), Giulio Antonaci 0 (0/0, 0/0), Nicolo Buscicchio 0 (0/0, 0/0), Samuele Baccassino 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 37 8 + 29 (Mitchell Poletti, Jacopo Borra 10) – Assist: 18 (Mitchell Poletti, Lorenzo Baldasso4)

Allianz Pazienza San Severo: Antonino Sabatino 24 (4/6, 5/9), Agustin Fabi 15 (6/9, 1/4), Matteo Bogliardi 14 (3/5, 2/4), Ion Lupusor 9 (3/6, 1/6), Edward lee Daniel 8 (3/8, 0/1), Janko Cepic 2 (1/1, 0/1), Keller cedric Ly-lee 0 (0/2, 0/1), Andrea Arnaldo 0 (0/1, 0/0), Goce Petrusevski 0 (0/0, 0/0), Carren deroyce jr Wilson 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 5 / 10 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Edward lee Daniel 11) – Assist: 6 (Matteo Bogliardi 3)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cestistica parte bene, ma sciupa tutto nel secondo tempo: il derby va al Nardò

FoggiaToday è in caricamento