Gargano e Capitanata più sicuri: elisoccorso raddoppiato, più ambulanze medicalizzate, idroambulanze e idromoto

Implementata la rete emergenza-urgenza in Capitanata. Elisoccorso H24 a Foggia, 12 ore in servizio a Vieste (dove le ambulanza medicalizzate salgono a due).

L'elisoccorso a Vieste

Continua l’impegno della Regione Puglia e della direzione generale della Asl Foggia nel migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria in Capitanata. Con l’approssimarsi della stagione estiva e l’arrivo dei turisti, in particolare su Gargano e Monti Dauni, è stata implementata la già complessa rete dell’emergenza urgenza.

In continuità con gli accordi presi nell’incontro dell’11 aprile 2017 a Vieste, alla presenza del Direttore del Dipartimento Regionale di Promozione della Salute, del Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla, dei sindaci di numerosi comuni del Distretto Socio-Sanitario di Vico del Gargano e in sinergia con l’amministrazione comunale della città del faro, è stato raddoppiato il servizio di elisoccorso in Capitanata e attivata nella cittadina garganica una seconda ambulanza medicalizzata.

Ciò, a dimostrazione del fatto che tutti, Presidente della Regione, Dipartimento di Promozione della Salute e Direzione Generale della ASL, sono consapevoli della complessità del territorio foggiano e attenti a ricercare le migliori soluzioni per la messa in sicurezza del territorio.

Sino al 30 settembre 2019, infatti, per il quarto anno consecutivo, stazioneranno in Capitanata due elicotteri, uno a Foggia (h24) e uno a Vieste (h12). La copresenza nel periodo estivo delle due strutture di Elisoccorso (fornite di attrezzature sanitarie, personale medico-sanitario, navigante e tecnico) e la copertura del servizio anche nelle ore notturne garantiranno l'emergenza urgenza con maggiore tempestività sull’intero territorio provinciale.

A Vieste sarà operativa, sino al 15 settembre, anche una seconda ambulanza medicalizzata afferente, funzionalmente, alla Centrale Operativa 118.

Per le Postazioni Medicalizzate Fisse (ex P.P.I.T) di Vieste, Vico del Gargano, San Marco in Lamis, Torremaggiore e Monte Sant’Angelo, per la Postazione 118 delle Isole Tremiti e i Pronto Soccorso di Lucera e Manfredonia, inoltre, l’assistenza in emergenza continua ad essere assicurata anche attraverso i Sistemi Point of Care Testing (P.O.C.T.), apparecchiature per esami di laboratorio in urgenza.

Confermato, inoltre, l'accordo con le Capitanerie di Porto per l’attivazione del servizio di emergenza e soccorso sanitario in mare “Emersanmare”. Per questa attività, finalizzata al potenziamento e supporto del Soccorso Marittimo di competenza delle Capitanerie di Porto, la ASL Foggia ha in dotazione due idroambulanze, due idromoto da soccorso equipaggiate con i necessari presidi sanitari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tali iniziative rientrano nel Programma Operativo, elaborato dalla Direzione Generale con il supporto del Comitato di Crisi aziendale, per garantire i Livelli Essenziali di Assistenza nei mesi di giugno-settembre 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: un morto anche in Capitanata, zone rosse Foggia e San Giovanni Rotondo (sedi degli ospedali Covid-19)

  • Bollettino tragico: quattro morti in provincia di Foggia, solo oggi 120 positivi al Coronavirus in Puglia

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento