Striscione di protesta a Orta Nova: “No alla cementificazione del parco Mario Frasca”

Si tratta di 16 alloggi di edilizia residenziale pubblica per bisognosi nell’ambito del PIRP 2007-2013 nella piazza intitolata al militare morto ad Herat. La protesta di Forza Nuova

Lo striscione

A Orta Nova gli attivisti di ‘Forza Nuova’ si oppongono alla cementificazione di ‘Parco Mario Frasca’ area destinata a verde pubblico e alla memoria del caporal maggiore morto nel settembre del 2011 in un incidente stradale ad Herat, in Afghanistan, “in quanto sfregio alla sua memoria ed al bene comune com’è la salute dei concittadini: ecco il perché del nostro striscione apparso nella notte “Chi vive lotta, chi muore riposa. Con i morti non si osa!”.

Per i forzisti ortesi “il Sindaco Tarantino ha scelto di costruire alloggi popolari in un esiguo spazio, in modo mal collegato, con un elevato rischio di sovrappopolamento e conseguente assenza di adeguati spazi verdi per i residenti, con conseguente deterioramento del benessere comune”. Si tratta di 16 alloggi di edilizia residenziale pubblica per bisognosi nell’ambito del PIRP 2007-2013.

COSI' ORTA NOVA DIMENTICA MARIO FRASCA

Per Forza Nuova “è inopportuno e controproducente l’ubicazione del nuovo stabile in quel polmone verde incompleto che porta il nome di Mario Frasca, perché non vogliamo che la memoria di chi è caduto per il bene di tutti sia scalfita, né che la salute ed il benessere comune, già precario e labile, venga ulteriormente distrutto da scelte a dir poco inique”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude FN di Orta Nova: “Preferiamo vedere la prole della nostra cittadina correre per quello spazio ulteriormente e finalmente lussureggiante, con sicuro risultato di strappare un sorriso a qualcuno. C’è chi non dimentica!”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • "Era bravissimo e un grande lavoratore". Amici e conoscenti in lacrime per Mattia. Pizzeria chiude per due giorni

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

  • Coronavirus, 8 casi in Puglia ma Capitanata senza vittime né contagi. I positivi scendono a 1222

  • Coronavirus: due casi in provincia di Foggia, solo quattro in tutta la Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento