Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica Candela

Candela, il sindaco Gatta al PD: “Abbiamo agito nel pieno rispetto delle regole”

"Dopo le dimissioni del consigliere Petrillo depositate il 5 giugno, abbiamo avviato il procedimento di surroga così come previsto dal d.lvo 267/2000, che non fissa nessun termine obbligatorio per la convocazione del consiglio comunale"

Il sindaco di Candela Nicola Gatta interviene per smorzare i toni polemici del Pd candelese, e affida ad un comunicato stampa la ricostruzione di quanto accaduto nell'ultimo Consiglio comunale del 30 giugno scorso. "Dopo le dimissioni del consigliere Petrillo depositate il 5 giugno, abbiamo avviato il procedimento di surroga così come previsto dal d.lvo 267/2000, che non fissa nessun termine obbligatorio per la convocazione del consiglio comunale".

Aggiunge il primo cittadino di Candela: "Il termine di dieci giorni ha natura acceleratoria e non perentoria (Consiglio di Stato - V Sezione, 17 febbraio 2006, n. 640), tanto che il legislatore non ha collegato alla sua eventuale inosservanza alcun effetto sanzionatorio (Cons. St., Sez. V, 23.4.1998, n. 476). All'aspirante consigliere, nonostante non potesse ricevere l'avviso di convocazione all'adunanza prima dell'adozione della delibera, era stato comunicato verbalmente che avrebbe comunque potuto partecipare alla seduta consiliare dopo la surroga del consigliere dimissionario, calendarizzata al primo punto dell'ordine del giorno, ma tutti i consiglieri di opposizione hanno preferito disertare la seduta".

Conclude Gatta: "Abbiamo agito nel pieno rispetto delle regole e mi dispiace che si ricorra, non avendo argomenti validi di confronto, ad ogni pretesto pur di far polemica; i cittadini si aspettano da noi amministratori risposte concrete alle difficoltà quotidiane e non inutili perdite di tempo per interpretazioni legislative".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Candela, il sindaco Gatta al PD: “Abbiamo agito nel pieno rispetto delle regole”

FoggiaToday è in caricamento