menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tecnici di laboratorio: la Asl pubblica il bando, ma senza procedura selettiva: "Perché non attingere alla graduatoria esistente?"

In una nota la consigliera regionale del Movimento Cinquestelle Rosa Barone chiede chiarimenti sull'avviso di "Manifestazione di interessa di pronta disponibilità" pubblicato dalla Asl di Foggia: "Capisco la necessità dovuta all'emergenza, ma Piazzolla spieghi le ragioni per cui non è stato adottato un criterio meritocratico"

Ricevere chiarimenti immediati sull’avviso di “manifestazione di interesse di pronta disponibilità” per tecnici di laboratorio biomedico pubblicato dalla Asl di Foggia, che prevede il conferimento degli incarichi secondo l’ordine di arrivo delle domande, senza alcuna procedura selettiva, neppure per soli titoli, né la formulazione di una graduatoria. È quanto chiede la consigliera del M5S Rosa Barone in una lettera indirizzata al direttore generale della Asl.

“Capisco - spiega Barone - la necessità di avvalersi subito di questi professionisti, dovuta all’emergenza Covid, ma ritengo necessario che il Direttore Piazzolla spieghi le ragioni per le quali non si è scelto di utilizzare la graduatoria vigente o comunque non è stato adottato un criterio meritocratico per l’attribuzione degli incarichi, come invece sta avvenendo in altre Asl”.

Il 'Cura Italia' stabilisce che per l'erogazione delle prestazioni di assistenza sanitaria anche in ragione delle esigenze straordinarie ed urgenti derivanti dalla diffusione del COVID-19, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale, possano conferire incarichi al personale sanitario previo avviso pubblico, verificata l’indisponibilità ad attingere a graduatorie esistenti. 

“Per quello che riguarda i tecnici di laboratorio biomedico - continua la pentastellata
- è vigente la graduatoria approvata dal Riuniti con deliberazione DG 2.9.2019 n. 452, per questo riteniamo che, prima di pubblicare la manifestazione d’interesse, si sarebbe potuto attingere da questa graduatoria, richiedendo la disponibilità all’assunzione dell’incarico ai professionisti presenti. La scelta di procedere all’assunzione in base alla data di arrivo delle domande non risponde ai principi cui deve essere improntata l’azione della pubblica amministrazione né garantisce la trasparenza nell’operato. Per questo vogliamo capire le ragioni che hanno portato la Asl a non attingere alla graduatoria esistente e di non mettere in atto alcuna procedura di selezione per il conferimento di questi incarichi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento