Sabato, 25 Settembre 2021
Politica

Da 'SleghiamoFoggia' a 'Si chiamerà Futura', il Pd torna in piazza. Il ministro Provenzano big della Festa de l'Unità

Il locale Circolo del Partito Democratico ha organizzato tre giorni di dibattiti dall'11 al 13 settembre nell'isola pedonale. Al centro anche le opportunità del Piano per il Sud. Tra gli ospiti Michele Emiliano

Sarà il ministro per Sud Peppe Provenzano il big del Pd alla Festa de l'Unità di Foggia. Chiuderà la tre giorni in programma dall'11 al 13 settembre nell'isola pedonale. Si chiamerà futura è il titolo scelto dal Circolo del Partito Democratico di Foggia. Il segretario cittadino Davide Emanuele e la segretaria provinciale Lia Azzarone inaugureranno la Festa venerdì 11 settembre alle 18.30 dal palco allestito in prossimità di piazza Giordano. Si parte con il Dialogo con Foggia del consigliere comunale Michele Norillo sul filo dell'ironia. Seguirà il dibattito sul tema #FoggiaFutura con la partecipazione di Gabriele Cela, segretario cittadino dei Giovani Democratici; Mario Cagiano, fondatore dell'associazione Ottavia; Pasquale dell'Aquila, capogruppo del Pd al Comune di Foggia; Francesco De Vito, consigliere comunale; Anna Rita Palmieri, consigliere comunale e candidata al Consiglio regionale nella lista del Pd. Sabato 12, a partire dalle 19, la Festa ospita il candidato alla presidenza della Regione Puglia Michele Emiliano. La Puglia ce la fa è il titolo del dialogo con gli elettori sul presente e il futuro della provincia di Foggia e della sua comunità. Parteciperà anche l'assessore regionale al Bilancio e candidato al Consiglio regionale Raffaele Piemontese. L'ultimo giorno della Festa de l'Unità foggiana è dedicato al Piano per il Sud elaborato e presentato dal ministro Peppe Provenzano. All'incontro #Sud2030, in programma domenica 13 a partire dalle 19, parteciperà anche il vicepresidente del Gruppo del PD alla Camera Michele Bordo.

"Siamo in una fase di grande fermento dello scenario politico ad ogni livello - afferma il segretario cittadino del PD foggiano Davide Emanuele - e la Festa de l'Unità è stata costruita per discuterne e indicare percorsi e soluzioni capaci di innescare positive novità. Nel capoluogo veniamo dal successo della manifestazione #SleghiamoFoggia che ha fatto emergere la diffusa e trasversale opposizione politica e civica ad un'Amministrazione comunale inadeguata a risolvere i tanti problemi della città e ostaggio di un sindaco inviso ad una parte del centrodestra ed esclusivamente impegnato a muovere pedine sulla scacchiera elettorale. In Puglia conduciamo una campagna elettorale tanto complessa quanto entusiasmante con l'intento di consolidare e rilanciare il buon governo del centrosinistra i cui effetti sono immediatamente visibili proprio qui nel capoluogo: i cantieri, ormai prossimi a terminare, dell'aeroporto Gino Lisa, del Policlinico Riuniti, del parco urbano Campi Diomedei testimoniano fattivamente l'attenzione riservata a Foggia e ai foggiani. Questi risultati, e i tanti altri ottenuti dall'assessore Piemontese mettendo a frutto la delega alla gestione del fondi europei, s'inscrivono nella strategia di rilancio della Puglia che troverà altre opportunità nel Piano per il Sud. Elaborato dal ministro Provenzano con l'intento di ridurre concretamente le distanze dalle aree più sviluppate d'Italia e d'Europa, ci mette a disposizione le risorse necessarie ad incrementare l'occupazione, offrire opportunità d'investimento, migliorare la qualità della vita. Ecco perché sarà tanto decisiva la scelta che gli elettori foggiani e pugliesi compiranno il 20 e il 21 settembre - conclude Davide Emanuele - e noi contiamo di ottenere la fiducia necessaria a proseguire sulla strada per il futuro".

WhatsApp Image 2020-09-08 at 11.08.59-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da 'SleghiamoFoggia' a 'Si chiamerà Futura', il Pd torna in piazza. Il ministro Provenzano big della Festa de l'Unità

FoggiaToday è in caricamento