Politica

"Consiglio delegittimato". Il centrosinistra non risparmia nemmeno la Giunta: "Gli assessori salvaguardino l'immagine dei mondi da cui provengono"

Nota congiunta firmata da dieci consiglieri di opposizione. I Cinquestelle convocano una conferenza stampa per illustrare la linea del Movimento

"Siamo di fronte ad un’assise comunale delegittimata e priva di qualsiasi credibilità, profondamente e irreversibilmente contaminata da gravi e reiterati fenomeni corruttivi".

Lo affermano in una nota congiunta dieci consiglieri di opposizione al Comune di Foggia (Pippo Cavaliere, Lino Dell'Aquila, Lia Azzarone, Sergio Clemente, Antonio De Sabato, Francesco De Vito, Rosario Cusmai, Michele Norillo, Anna Rita Palmieri e Giulio Scapato). Firma tutta la minoranza tranne i Cinquestelle che hanno indetto una conferenza stampa nel pomeriggio per illustrare la linea del Movimento e le prossime iniziative. Il centrosinistra passa in rassegna tutti gli scandali che hanno travolto il Comune e le inchieste che hanno coinvolto i consiglieri.

"In un momento così difficile per la nostra terra, agli ultimi posti in tutte le classifiche nazionali, additata come preda di una delle criminalità più agguerrite, la classe politica dovrebbe dare ben altro esempio, soprattutto se contemporaneamente si chiedono ai cittadini sacrifici per fronteggiare la grave crisi congiunturale aggravata dalla pandemia, di rispettare le leggi, di fare in modo che lo Stato prevalga sull’antistato".

Convinti che non ci siano più le condizioni per prolungare ulteriormente la consiliatura, non risparmiano nemmeno la Giunta. "Evidentemente per alcuni consiglieri comunali rimanere incollati alla poltrona a scapito dell’immagine e della dignità della nostra Città è l’unica cosa che conti, ed è ben più importante che assicurare sviluppo e posti di lavoro a chi reclama un diritto fondamentale della nostra Costituzione. Eppure sanno bene che l'attuale contesto costituisce un limite invalicabile per una crescita economica e culturale. La nuova Giunta, anche nelle sue componenti caratterizzate come 'tecniche', non può chiamarsi fuori. Gli assessori non possono non sapere che il compito prioritario di una giunta, stabilito per legge, è quello di attuare gli indirizzi generali impartiti dal consiglio comunale, a cui ha il dovere di riferire della propria attività. In altre parole - concludono i dieci consiglieri di opposizione - la giunta comunale è un organo legato a doppio filo con quel consiglio comunale. Chi non senta di dover salvaguardare la propria personale immagine, avverta il dovere di salvaguardare quella dei mondi e dei contesti da cui gli assessori tecnici provengono".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Consiglio delegittimato". Il centrosinistra non risparmia nemmeno la Giunta: "Gli assessori salvaguardino l'immagine dei mondi da cui provengono"

FoggiaToday è in caricamento