rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

De Leonardis: “Capitanata scippata, adesso tocca all’ovile nazionale di Segezia”

Il consigliere regionale invita gli enti locali, l’assessore alle Risorse agroalimentari e i parlamentari eletti in Capitanata, a mobilitarsi per scongiurare la chiusura dell’ovile

Giannicola De Leonardis, consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, ribadisce quanto anticipato sabato scorso nel corso della conferenza stampa di via Salomone, quando aveva invitato l’on. Ivan Scalfarotto a concentrarsi sul territorio e a preoccuparsi della paventata chiusura dell’ovile nazionale di Segezia: “Opera in terra dauna dal 1921, ha una estensione di 390 ettari, uffici e strutture all’altezza, e rappresenta un riferimento essenziale non solo per gli addetti ai lavori ma per numerose università, un patrimonio di storia, cultura, tradizione perfettamente integrato con l’economia del territorio. Per questo, la notizia della chiusura dell’ovile nazionale di Segezia è l’ennesimo fulmine a ciel sereno che non possiamo e non dobbiamo assolutamente subire passivamente, perché il nostro territorio ha già dato, e tanto, per tutte le possibili e immaginabili spending review in ogni ambito e comparto: e a furia di sottrarre non resterà più nulla”.

I presidente della VII Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, invita gli enti locali, l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, i parlamentari eletti in Capitanata, in particolare “quelli che dicono di avere a cuore le sorti del territorio di provenienza, a mobilitarsi per impedire l’ennesima smobilitazione, l’ennesimo smantellamento di un pezzo significativo di economia. Prima che sia troppo tardi, ancora una volta” conclude.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Leonardis: “Capitanata scippata, adesso tocca all’ovile nazionale di Segezia”

FoggiaToday è in caricamento