Per far correre il Gargano il governo ci mette 20 milioni di euro: sì al progetto della strada a scorrimento veloce

L'annuncio del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli. Il progetto prevede un nuovo percorso, diviso in due tratte – una da Vico del Gargano a Vieste, l’altro da quest’ultima a Manfredonia

Con il finanziamento da parte del Mit di 20 milioni di euro, si parte con la progettazione di fattibilità e definitiva per la realizzazione del completamento del percorso a scorrimento veloce del Gargano che dimezzerà i tempi di percorrenza tra Vico del Gargano e Manfredonia e aumenterà gli standard di sicurezza dell’intera tratta. Ad annunciarlo la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli nel corso della sua visita in Puglia.

Il nuovo progetto garantirà un percorso più sicuro e ambientalmente sostenibile con una ricaduta positiva sul territorio in termini di attrattività turistica e di sviluppo economico e sociale. Altro importante obiettivo legato all'opera è l'incrememto degli standard di sicurezza del percorso, che registra 1.500 veicoli giornalieri nel periodo invernale ed oltre 6.500 veicoli giornalieri nel periodo estivo.

Il nuovo itinerario, che sarà oggetto di una discussione pubblica, è un'infrastruttura essenziale per migliorare l'accessibilità al Gargano e il collegamento tra le aree più turistiche della costa e quelle interne. Il progetto prevede un nuovo percorso, diviso in due tratte – una da Vico del Gargano a Vieste, l’altro da quest’ultima a Manfredonia.

Il primo tratto, di collegamento tra la SS 693 a Vico del Gargano e Vieste, presenta lavori di adeguamento per circa 8,8 km, oltre alla realizzazione di 9 km in variante. La realizzazione di questo tratto permette, oltre una diminuzione dei tempi di percorrenza per Vieste, anche la creazione di un percorso a maglia con Rodi Garganico e Peschici.

Il secondo tratto, da Vieste a Mattinata, della lunghezza complessiva di 14 km, è in grado di bypassare la zona più tortuosa con un sensibile riduzione dei tempi di percorrenza.

"Il finanziamento per la progettazione del completamento della strada a scorrimento veloce del Gargano è finalmente realtà, questo grazie ad un percorso che abbiamo seguito con molta attenzione e grazie all’impegno costante del MoVimento 5 stelle. Grazie all’impegno del Sottosegretario Roberto Traversi si chiude positivamente una prima fase, adesso il nostro impegno sarà quello di monitorare i vari passaggi e garantire una giusta e veloce realizzazione dell’opera. Come avevo anticipato nei mesi scorsi, siamo riusciti in una impresa che sembrava impossibile. Adesso parte la fase di monitoraggio, di controllo e quella di garanzia dei criteri di realizzazione, ovviamente passando dalla condivisione con le i soggetti coinvolti". È il commento della parlamentare del Movimento 5 stelle, Marialuisa Faro, al finanziamento da parte del Mit per il progetto per il completamento della strada a scorrimento veloce del Gargano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I colleghi di Faro, Lovecchio e Giuliano e i Pellegrini e Naturale dichiarano: "Il nuovo progetto sarà ambientalmente sostenibile. Confidiamo in una ricaduta positiva sul territorio, in termini di valorizzazione territoriale e turistica del Gargano. Non secondario sarà il raggiungimento, con questo progetto, di una maggior sicurezza in un tratto di strada particolarmente trafficato dalle auto, soprattutto nel periodo estivo. Si tratta di una infrastruttura essenziale per migliorare l'accessibilità al nostro territorio e il collegamento tra le aree della costa e quelle interne. Cogliamo l’occasione per ringraziare il sottosegretario Roberto Traversi per l'impegno profuso in questi mesi e per aver rispettato la parola data a noi e ai cittadini in occasione dell’incontro del 3 febbraio a Peschici in merito alla s. S. 693".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • Tutti i voti delle liste e dei candidati. Piemontese il più suffragato: 6 su 10 eletti hanno già fatto il consigliere regionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento