Ex Gozzini: scongiurati sfratti, forze dell’ordine potranno riscattare alloggi

Ugl Polizia elogia il lavoro del segretario provinciale Giovanni Consalvi. Salvi gli appartenenti delle forze di polizia in servizio, in pensione o riformati, e dei familiari dei colleghi deceduti

Imagine di repertorio

Fine di un incubo per i colleghi di tutte le forze di polizia assegnatari degli alloggi della Legge Gozzini, dopo una battaglia condotta dall’Ugl Polizia, con il segretario provinciale Consalvi Giovanni, iniziata nel 2012, quando molti colleghi, andati in pensione, si videro notificare istanza di sfratto dal prefetto di Foggia. Tanti sono stati gli interventi sulla stampa, tanti i comunicati sindacali dove si metteva in evidenza l’assoluto disinteresse delle amministrazioni e dei prefetti, anche nei confronti di colleghi riformati per cause di servizio, o dei familiari di colleghi deceduti per cause di servizio.

Tanti gli incontri con i prefetti succedutisi nel tempo, come quello del 12 settembre 2013, dove in un incontro di oltre due ore con Latella, si capiva che non vi era nessuna volontà affinché si risolvesse il problema, costringendo l’Ugl Polizia a scendere in piazza il 17 settembre 2013, unitamente all’associazione Onlus assegnatari alloggi Legge Gozzini, con il suo presidente Lucio Marucci, gli unici a seguire tutta la vicenda Gozzini, nell’assoluto silenzio di tutte le altre forze sindacali di categoria.

Tanti gli incontri e le lettere inviate a politici di tutti gli schieramenti locali, regionali e nazionali, come la lettera scritta al Ministro degli Interni l’on. Angelino Alfano nell’ottobre scorso dal segretario provinciale Consalvi, la cui caparbietà, il cui lavoro e la cui fatica, oggi ci permettono di poter leggere nella Gazzetta Ufficiale 121 del 27 maggio, che gli appartenenti alle forze di polizia in servizio, in pensione o riformati, ed i familiari dei colleghi deceduti, hanno finalmente un alloggio che possono riscattare o nella quale vivere in affitto, e che non hanno più la spada di Damocle dello sfratto sulla loro testa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento