Al via i saldi, Adiconsum mette in allerta gli acquirenti: ecco dieci consigli da seguire

Il decalogo su tutto ciò che c'è da sapere a proposito dei saldi, al fine di effettuare un acquisto consapevole del giusto rapporto qualità/prezzo della merce

Immagine di repertorio (ph. Ansa)

Anche se anacronistici, perché la legge di regolamentazione dei saldi risale a quasi 30 anni fa, essi permettono ancora di acquistare risparmiando, a patto che si conoscano alcune informazioni. Ecco perché Adiconsum ha pensato di stilare un decalogo su tutto ciò che c’è da sapere a proposito dei saldi, al fine di effettuare un acquisto consapevole del giusto rapporto qualità/prezzo della merce.

- Sull'oggetto in saldo deve essere sempre riportato il prezzo d'origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale;

- È meglio diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e fare riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo;

- Fate attenzione all'eventuale presenza di merce venduta a prezzo pieno insieme alla merce in sconto;

- Confrontate i prezzi con quelli di altri negozi, magari annotando il prezzo di un capo o della merce a cui si è interessati;

- Verificate che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che verrà presentato in negozio;

- Anche nel periodo dei saldi i negozianti che espongono il relativo logo dei pagamenti elettronici (bancomat e carte di credito) sono tenuti ad accettarli;

- Diffidate dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce;

- Ricordate che il negoziante è obbligato al cambio del prodotto solo ed esclusivamente nel caso presenti un difetto; il cambio del coloro del modello è, invece, a discrezione del commerciante. Adiconsum consiglia di prendere eventualmente accordi col negoziante in fase di acquisto;

- Conservate sempre lo scontrino per eventuali cambi;

- Qualora il commerciante si rifiuti di cambiare un articolo difettoso in saldo o non voglia restituirvi i soldi, rivolgetevi alla Polizia Municipale e segnalate il caso alle sedi territoriali Adiconsum (indirizzi su www.adiconsum.it)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento