Ricerca foggiana a Washington, su una illustre rivista scientifica: così i cani antidroga riconoscono "l'odore della paura"

L'intervista illustra passaggi significativi sulla ricerca condotta dal dott. Sessa e dall'Istituto di Medicina Legale dell'Università di Foggia

Cane antidroga e Sessa

Durante l'edizione dell'American Academy of Forensic Sciences (che quest'anno si è tenuta a Baltimora dal 18 al 23 febbraio, ed ha visto la partecipazione di una nutrita delegazione dell'Università di Foggia), la rivista scientifica ScienceNews ha incontrato e intervistato il dott. Francesco Sessa chiedendogli di illustrare meglio principi ed esiti della sua ricerca, che punta a dimostrare come alcuni cani antidroga riescano ad annusare e riconoscere l'odore dei soggetti sotto stress: in buona sostanza, di come i cani addestrati a questo tipo di operazioni, riescano a riconoscere il cosiddetto "odore della paura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Omicidio tra Manfredonia e Foggia: ucciso 38enne, morto poco dopo il suo arrivo in pronto soccorso

Torna su
FoggiaToday è in caricamento