Sabato, 20 Luglio 2024
Economia San Severo

Tre milioni dal Pnrr, in via Mazzini sorgerà una nuova scuola: più sicura, moderna e sostenibile

L'11 aprile l'avvio dei lavori, la consegna nella primavera 2026

Prendono il via giovedì mattina 11 aprile alle 11 i lavori di nuova costruzione (previa demolizione dell’edificio esistente) della scuola primaria e dell’infanzia di via Mazzini, destinato a un finanziamento di oltre tre milioni di euro nell’ambito dei fondi previsti per il Pnrr - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – Missione 4, Componente 1 – Istruzione e Ricerca – Investimento 3.3, al Comune di San Severo, che aveva partecipato ad un avviso del Ministero dell’Istruzione.

Così il sindaco Francesco Miglio: Sarà una scuola più sicura e moderna inclusiva e sostenibile, in grado di ridurre consumi ed emissioni inquinanti, di migliorare la sicurezza sismica, di favorire le realizzazione di aree verdi e di servizi volti a valorizzare la comunità di questo popoloso quartiere. Il cuore della scuola sarà costituito da uno spazio pubblico/agorà intorno al quale si svilupperanno le aule e i laboratori didattici: questo spazio sarà un contenitore di attività dedicate ai bambini, ma anche aperto alla cittadinanza, capace di ospitare attività e iniziative. Un insieme di spazi aperti, coperti e chiusi pensati per essere flessibili ed ospitare nelle diverse ore della giornata attività variegate. I lavori si concluderanno nella primavera del 2026”.

Il Comune di San Severo era rientrato tra i soggetti beneficiari del finanziamento, per l’intervento di demolizione e ricostruzione di un edificio pubblico adibito ad uso scolastico in via Mazzini - importo complessivo di progetto pari a € 3.055.000,00 dopo aver partecipato ad un avviso del Ministero dell’Istruzione - Unità di missione per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Si è proceduto alla sostituzione di parte del patrimonio edilizio scolastico obsoleto con l’obiettivo di creare strutture sicure, moderne, inclusive e sostenibili per favorire: la riduzione di consumi e di emissioni inquinanti; l’aumento della sicurezza sismica degli edifici e lo sviluppo delle aree verdi; lo sviluppo sostenibile del territorio e di servizi volti a valorizzare la comunità.

Con il nuovo progetto il complesso scolastico per la sua posizione diventa elemento di forte centralità, si presenta come un edificio compatto che possiede un carattere di porta urbana. Il suo prospetto di ingresso lascia intravedere la vita all’interno del polo scolastico attraverso una grande bucatura vetrata schermata dalla chioma degli alberi. Il cuore della scuola è costituito da uno spazio pubblico/agorà intorno al quale si sviluppano le aule e i laboratori didattici, questo spazio è inteso come un contenitore di attività dedicate ai bambini ma anche aperto alla cittadinanza capace di ospitare attività e iniziative di carattere collettivo; un susseguirsi di spazi aperti, coperti e chiusi pensati per essere flessibili ed ospitare nelle diverse ore della giornata attività variegate”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre milioni dal Pnrr, in via Mazzini sorgerà una nuova scuola: più sicura, moderna e sostenibile
FoggiaToday è in caricamento