Nubifragio sul Foggiano, Confagricoltura Puglia: più attenzione nella gestione delle infrastrutture

La siccità dei mesi invernali e l’ultimo nubifragio sono una vera e propria emergenza per l’economia del territorio, tenuto conto che il 60% del pomodoro da industria italiano è prodotto nella provincia di Foggia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Serve un serio impegno da parte di tutti gli enti, e in primis la Regione Puglia, per evitare che le piogge distruggano il lavoro di un anno degli agricoltori foggiani”.

Mentre è ancora in corso la stima dei danni provocati dal violento nubifragio, Confagricoltura punta l’attenzione sulla gestione delle infrastrutture e sulla necessità da parte della Regione Puglia di verificare le condizioni per indire lo stato di calamità.

“Sono necessari una corretta gestione delle opere di manutenzione dei canali di scolo e di tutti quegli impianti funzionali allo smaltimento delle acque”, sottolineano il presidente di Confagricoltura Puglia Luca Lazzàro e il presidente di Confagricoltura Foggia Filippo Schiavone.

“Le piogge battenti, che hanno danneggiato anche dei vigneti e gli ortaggi invernali, sono arrivate nel momento meno opportuno, a ridosso della raccolta. Il nubifragio, nei mesi scorsi, è stato preceduto da una forte crisi idrica che - aggiungono - porterà quest’anno già a un ridimensionamento della produzione di pomodori”.

La siccità dei mesi invernali e l’ultimo nubifragio sono una vera e propria emergenza per l’economia del territorio, tenuto conto che il 60% del pomodoro da industria italiano è prodotto nella provincia di Foggia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento