Economia Viale Manfredi

AM Service, via alle ispezioni degli impianti non autocertificati: come funzionerà

Daniele Mobilia: "Gli impianti di calore vanno controllati periodicamente". L'arrivo del tecnico - munito di tesserino con logo aziendale, foto e dati di personali - sarà annunciata da una lettera inviata che sarà recapitata direttamente a casa

Partirà il prossimo 14 marzo la campagna di accertamento dello stato di efficienza e manutenzione degli impianti termici cittadini privi del bollino energetico. E' quanto stabilito dalla società AM Service S.r.L. di Foggia che informa i cittadini che, a breve, il proprio personale munito di apposito tesserino di identificazione, provvederà ad effettuare i controlli tecnici e documentali sulle caldaie non censite.

"Mantenere in efficienza la propria caldaia non solo consente importanti risparmi energetici, ma è una garanzia di corretto funzionamento e di tutela della salute dei cittadini e dell'ambiente circostante", sostiene il presidente di Am Service, Daniele Mobilia, che ricorda ai foggiani: "Gli impianti di calore vanno assolutamente controllati periodicamente al fine di evitare spiacevoli incidenti causati dal malfunzionamento degli stessi".

Le visite ispettive saranno effettuate solo previa comunicazione scritta, recapitata presso il domicilio del responsabile dell’impianto con un preavviso di 15 giorni. Nella missiva saranno chiaramente riportati sia il giorno dell'ispezione, sia la fascia oraria prevista. Non vi sarà l'applicazione di alcun costo, nel caso in cui l'impianto risulta autocertificato (l’utente dovrà esibire al nostro Ispettore incaricato la copia utente dell'allegato tecnico rilasciato dal proprio manutentore provvisto di bollino energetico).

E' previsto, invece, un onere aggiuntivo a carico del responsabile, nel caso in cui l'impianto termico, all'atto dell'ispezione, risultasse non autocertificato (con mancata apposizione del bollino energetico sull'allegato tecnico) o con un'autocertificazione non valida. La tariffa stabilita è pari a € 100,00. Tale somma dovrà essere versata entro 30 giorni dalla data della fattura, che sarà recapitata mediante invio postale successivamente all’ispezione.

Dalla società di Viale Manfredi fanno sapere che, in caso di mancata esecuzione del sopralluogo per assenza del responsabile o delegato o per rifiuto del controllo, l'impianto verrà considerato “non a norma” con tempestiva comunicazione al Comune di Foggia ed addebito delle spese amministrative pari a € 50,00 per mancata ispezione.

Il presidente Mobilia evidenzia inoltre che il personale di Am Service sarà facilmente identificabile tramite un tesserino di riconoscimento plastificato con logo aziendale, foto e dati di personali. E’ opportuno ricordare che l’ispettore incaricato non ha alcun diritto a percepire denaro dall’utente. "Abbiamo a cuore la sicurezza dei nostri concittadini – chiosa Daniele Mobilia - ma vogliamo, soprattutto, consegnare un mondo più “pulito” alle future generazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AM Service, via alle ispezioni degli impianti non autocertificati: come funzionerà

FoggiaToday è in caricamento