Chiusura Monte Saraceno, si mobilita anche il Comune di Foggia. Si chiederà un incontro ad Anas

Il consiglio comunale ha approvato all'unanimità un ordine del giorno che impegna sindaco e giunta a farsi promotori di un incontro con Anas e Ministero dei Trasporti. Il provvedimento potrebbe essere esteso ad altri Comuni della Capitanata

Preoccupa la chiusura della galleria di Monte Saraceno. La stagione turistica è alle porte e si mobilita anche il consiglio comunale di Foggia. L'assise, nella scorsa seduta, ha approvato all'unanimità un ordine del giorno (primo firmatario Pasquale Cataneo) che "impegna il sindaco Franco Landella e la giunta comunale ad incontrare i vertici Anas sì da scongiurare il prolungamento della chiusura parziale della galleria di Monte Saraceno durante il periodo estivo, onde evitare gravi perdite economiche per gli operatori turistici del Gargano e per le numerose famiglie impegnate nel comparto e disservizi per i residenti".

"Si chiede, inoltre - scrivono ancora i consiglieri-, di estenere il provvedimento a tutti i Comuni della Capitanata affinchè il territorio provinciale possa presentarsi compatto rispetto a questa istanza, richiedendo urgentemente un incontro a Roma con Anas e Ministero Trasporti e Infrastrutture". "La strada statale 89 è l'arteria principale che dal capoluogo dauno raggiunge le località di Mattinata e Vieste e la chiusura parziale della galleria di Monte Saraceno durante il periodo estivo costringe i veicoli ad utilizzare le strade secondarie, che non solo sono potenzialmente pericolose durante il passaggio di mezzi pesanti, ma allungano di gran lunga i tempi di percorrenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Una circostanza - scrivono i consiglieri- che potrebbe scoraggiare numerosi vacanzieri a sceglere le località di Mattinata e Vieste durante le ferie estive, anche per via della mancanza di ulteriori infrastrutture come un aeroporto". "Inoltre - si legge ancora- c'è da tener presente che in quella zona non sono presenti presidi sanitari organizzati e dunque l'allungamento dei tempi di percorrenza può pregiudicare il soccorso di coloro che sono costretti a ricorrere alle cure sanitarie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento