Economia

"Notizie false". Le 'Bandiere Blu' non sono state ancora assegnate. Nessuna ufficialità per Peschici e Zapponeta

L'invito alla video conferenza inoltrato ai Comuni non costituisce notifica dell'assegnazione del riconoscimento. Lo chiarisce la Fee Italia. Peschici e Zapponeta dovranno aspettare per esultare

È presto per esultare e cantare vittoria: le 'Bandiere Blu 2020' non sono state ancora assegnate. "Le notizie su Internet sono tutte false", rispondono dalla Fee Italia Onlus di Roma. A ingenerare qualche dubbio è stata l'assenza di una comunicazione ufficiale sui canali della Foundation for Environmental Education, organizzazione che si occupa della diffusione delle buone pratiche per la sostenibilità e che certifica la qualità ambientale delle località balneari attribuendo l'eco-label, la celebre bandiera che sventola nelle spiagge e nei porti che presentano i requisiti stabiliti nei criteri del programma. 

L'ufficio stampa non si spiega perché soprattutto in Puglia siano state diffuse queste informazioni e non c'è alcun comunicato, che sarà trasmesso giovedì 14 maggio, quando è fissata la conferenza riservata agli amministratori. "Come ogni anno si rincorrono le notizie.

"I sindaci - spiegano - hanno ricevuto un invito a partecipare alla conferenza telematica, ma non c'è alcuna ufficializzazione delle Bandiere".

Solo giovedì sarà resa nota la lista delle località insignite del vessillo. Le notizie che circolano in rete - fanno notare dagli uffici della Fee di Roma - riportano lo stesso numero di spiagge dell'anno scorso, e ricalcano quanto si leggeva nel comunicato del 2019.

L'invito alla conferenza telematica, ricevuto per esempio dai comuni di Peschici e Zapponeta che hanno presentato domanda, non costituisce di per sé notifica dell'avvenuta assegnazione del prestigioso riconoscimento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Notizie false". Le 'Bandiere Blu' non sono state ancora assegnate. Nessuna ufficialità per Peschici e Zapponeta

FoggiaToday è in caricamento