Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca San Severo / via Padre Matteo d'Agnone

"Voglio parlare con l'assessore". E minaccia i dipendenti con un coltello: panico al Comune di San Severo

Grave episodio avvenuto questa mattina, negli uffici dell'assessorato alle Politiche Sociali. Solo l'intervento dei vigilantes in servizio ha evitato il peggio.

Immagine di repertorio

Uomo estrae coltello negli uffici dell'assessorato alle Politiche Sociali. Attimi di panico, questo mattina, all'interno degli uffici comunali di via Padre Matteo D’Agnone, a San Severo, dove si è verificato un gravissimo episodio contenuto solo grazie all'intervento dei vigilantes.

Un uomo ha estratto un coltello mentre chiedeva ai dipendenti dell’ufficio di avere un colloquio con l’assessore Simona Venditti, non presente in quel momento in ufficio: l’immediato intervento del vigilantes di servizio presso la struttura, Leonardo Marinelli, supportato dal tempestivo arrivo del collega, Benito Ceci, ha consentito di disarmare l’uomo.

“Condanniamo fermamente l’accaduto", spiega il sindaco Francesco Miglio e l’intera Giunta municipale. "E' un fatto di gravità inaudita, purtroppo non il primo che si verifica nella nostra città e nel nostro Comune. Esprimiamo la nostra vicinanza al personale dipendente dell’Ufficio, che giornalmente svolge una mole di lavoro enorme, finalizzato ad aiutare in ogni modo consentito quanti sono in difficoltà sociale".

"A tutti coloro che prestano servizi presso gli uffici comunali dell’Assessorato indirizziamo il nostro grazie più partecipato per l’attività che quotidianamente viene svolta ed i sensi di vicinanza dell’Amministrazione comunale tutta. Cogliamo l’occasione per ringraziare anche i vigilantes Leonardo Marinelli e Benito Ceci, che hanno scongiurato con il loro pronto intervento pericoli ancora più gravi per l’incolumità e la salute dei dipendenti tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Voglio parlare con l'assessore". E minaccia i dipendenti con un coltello: panico al Comune di San Severo

FoggiaToday è in caricamento