menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra liquami riversati nei campi ed assenza di controlli, si allarga l'inchiesta di Striscia sulla discarica Bonassisa

Seconda puntata dedicata all'impianto di Deliceto. Questa volta l'inviato Pinuccio ha mostrato le carte che svelano i mancati campionamenti nei pozzetti ispettivi e, pertanto, i mancati controlli

Continua l'inchiesta di Striscia la Notizia sulla discarica Agecos di Deliceto di Rocco Bonassisa. Dopo aver mostrato, attraverso alcune immagini, un presunto smaltimento illegale di liquami e percolato (riversati nei campi), questa volta Pinuccio si occupa, carte alla mano, di controlli ispettivi mai avvenuti di fatto nell'impianto. 

Qui la nuova puntata

Stando alla documentazione mostrata dall'inviato, la società incaricata di monitorare e controllare qualità e parametri dell'impianto avrebbe, per un anno intero, dichiarato la propria impossibilità a procedere mensilmente coi campionamenti causa l'assenza di acqua nei pozzetti ispettivi. Siamo nel 2017, anno in cui la Capitanata, ricorda l'inviato, ha finanche chiesto lo stato di calamità naturale proprio a causa delle nevicate e della quantità eccezionale di pioggia caduta sulle colture ad inizio anno. "Eppure - rileva Pinuccio- la società non ha mai trovato nei pozzetti un centimetro d'acqua per procedere a controllo".

Una vicenda inquietante, "svelata" a puntate con l'aiuto di un ex dipendente dell'impianto, che oggi è chiuso perchè saturo. "Andremo fino in fondo" promettono da Canale 5.

Ieri, intanto, altra tegola in quel di Vasto per Bonassisa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lopalco: "Puglia zona gialla non è liberi tutti"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento