Stoccavano rifiuti in depositi non autorizzati: 25 indagati, sequestrata azienda nel Foggiano

Traffico illecito di plastica scoperto dalle fiamme gialle: 25 indagati, tre aziende sequestrate di cui una a Casalvecchio di Puglia

Immagine di repertorio

Avrebbero evaso un’ecotassa per 90mila euro e sottratto al Fisco proventi per oltre 6 milioni di euro. Si tratta di 25 imprenditori titolari di 28 aziende di vario tipo con sedi nelle province di Treviso, Venezia, Padova, Vicenza, Varese, Milano, Brescia, Parma, Roma e Frosinone, indagati per associazione a delinquere finalizzata al traffico di rifiuti non pericolosi nell’ambito dell’operazione ‘Fake code’ del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Treviso.

Scarti della lavorazione della plastica provenienti da aziende di varie regioni italiane, risultavano spediti, solo sulla carta, in Slovenia e in Svizzera, ma venivano in realtà stoccati in depositi non autorizzati di Malcontenta e Marghera, nel veneziano, e a Casalvecchio di Puglia, nel Foggiano (tutti sequestrati) Per tre imprenditori, un 55enne trevigiano, titolare di un'azienda moglianese specializzata nel trattamento dei rifiuti, un 62enne e una 37enne rumena, entrambi residenti in provincia di Foggia, è scattata anche il temporaneo divieto di gestire rifiuti.

Continua a leggere la notizia su Trevisotoday.it

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Il folle gesto di Ciro, poliziotto penitenziario "taciturno e riservato". Capone: "Non si è mai confidato con noi"

  • ULTIMA ORA | Torna a casa Francesco Pio Virgilio, il 15enne era scomparso da quasi 48 ore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento