Studenti, subacquei e volontari al lavoro per pulire la costa di Rodi, "ma resta il pericolo della microplastica"

In tanti hanno aderito all'appello di Assonautica del Gargano. Oltre ai volontari, presenti anche rappresentnati delle istituzioni, 30 studenti dell'Istituto Mauro Del Giudice (con la Preside), una classe delle elementari, due pescatori, 15 subacquei e una ventina di cittadini

Si è conclusa alle 14 di ieri la prima campagna di raccolta dei rifiuti sulla costa e sui fondali antistanti Rodi Garganico da parte degli 80 volontari che hanno aderito all'appello di Assonautica del Gargano. Con grande sorpresa da parte degli stessi organizzatori le adesioni alla giornata di raccolta della spazzatura affondata nei fondali e della plastica spiaggiata sono state maggiori di quelle attese e soprattutto di grande valore civico. Infatti, oltre a Maria Soccio e Peppino Ventrella, rispettivamente Consigliera Comunale e Vice Sindaco, hanno partecipato alla raccolta di oltre 100 sacchi di Marine Litter 30 studenti dell'Istituto Mauro Del Giudice con la Preside, una classe delle elementari, due pescatori, 15 subacquei ed una ventina di cittadini, tra i quali alcuni provenienti da lontano per altre ragioni, ma che avendo saputo della raccolta pur all'ultimo momento, hanno voluto partecipare.

Il materiale raccolto, più di 100 sacchi, è costituito per la maggior parte da plastica e polistirolo, oltre a ferro e reti della mitilicoltura e verrà smaltito dall'azienda comunale come rifiuto differenziato. Il dato allarmante è costituito dalla grande presenza di microplastica proveniente dalle reti della mitilicoltura e da oggetti presenti in mare da decenni. Pezzi di plastica decomposta dal sole ed in fase di disgregazione fisica. Queste particelle entrano nella catena alimentare dei pesci e determinano alterazioni vitali degli organismi marini. "Abbiamo provveduto a ripulire due lunghi tratti di costa di difficile accesso balneare per via delle rocce che la delimita e non ci aspettavamo così tanto materiale spiaggiato" ha dichiarato Raffaele Carrassi, Presidente di Assonautica Gargano, che continua: "i volontari hanno fatto un lavoro eccellente ma non siamo riusciti a completare l'opera. Ci siamo dati quindi appuntamento a sabato 9 novembre sempre presso la direzione del Porto Turistico di Rodi Garganico per la seconda giornata del Marine Litter. L'entusiasmo è tanto ma servono due azioni, una di sensibilizzazione dei cittadini e dei pescatori a partecipare alle prossime campagne e l'altra a far sì che diminuisca bruscamente la dispersione della plastica in mare e a terra. Va ricordato infatti a tutti che ciò che gettiamo a terra, tramite le acque piovane finisce in mare".

Assonautica era presente in forze al Marine Litter Day con il Presidente Carrassi, il Direttivo, gli iscritti ed il Vice Presidente Nazionale Masiero, ma sono molte le sigle che hanno contribuito al successo della giornata. Tra queste spiccano Acatmar Associazione Nautica Brasiliana promotrice della conferenza Marine Litter al Salone Nautico di Genova, il Club Sommozzatori Gargano con il suo Team Leader Gianfranco Lapertosa, il Comune di Rodi con il Vice Sindaco Ventrella e la Consigliera Soccio. "Il patrocinio dell'Assessore allo Sport della Regione Puglia Raffaele Piemontese, concesso in tempi brevissimi, dà il segno di un'importante attenzione dalla cabina di regia regionale che auspichiamo possa estendere, attraverso un necessario coordinamento delle azioni e delle risorse, la nostra iniziativa su tutti gli 800 km di costa pugliese" ha dichiarato Marino Masiero al breafing di apertura della giornata. "Sono arrivati i saluti dello Staff del Presidente del Consiglio Conte che proprio il 9 settembre ha anticipato alle Camere i contenuti del New Deal Sull'ambiente e del Delegato WWF Puglia, nonché direttore di Linea Blu della Rai Nicolò Carnimeo e questo ci riempie di orgoglio e di energie" ha concluso. Il grande impegno del Porto Turistico di Rodi Garganico che tra le altre cose ha sposato l'iniziativa inserendola nelle attività propedeutiche al mantenimento della BANDIERA BLU X il 2020, tramite il suo direttore Emanuele di Sabato che ha coordinato le squadre e le 4 barche di assistenza ai subacquei, ha permesso di raccogliere oltre 2 quintali di materiale affondato costituiti per lo più da pezzi metallici. Tra questi una bombola di gas ed una piastra di piombo che sarà classificata oggi da esperti archeologi in quanto potrebbe trattarsi di un reperto di un certo valore storico.


Oltre alla determinazione degli insegnanti dell'Istituto Mauro del Giudice a fare intervenire anche le classi di terza e quarta, - ieri erano presenti solamente i ragazzi delle quinte - va segnalata la brillante e convinta partecipazione dei ragazzi e dei bambini alla raccolta del Marine Litter. L'importante novità giunta in serata, è la disponibilità dell'azienda Agricola Turco di Lesina, il cui titolare Luigi ha messo a disposizione per il prossimo appuntamento, oltre ai suoi prodotti di eccellenza, uno chef stellato che cucinerà in modalità show cooking per i volontari.
Il messaggio è chiarissimo: il Marine Litter Day seconda edizione sarà un grande successo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

Torna su
FoggiaToday è in caricamento