Roghi notturni e fumi sgradevoli, scatta la petizione: "Vogliamo sapere cosa brucia e se ci sono pericoli per la nostra salute"

Cittadini esasperati: "Da mesi lamentiamo la presenza di fuochi e di odori fortemente molesti, prevalentemente notturni e di origine ignota. Non sappiamo chi bruci e cosa bruci, ma temiamo che tali fuochi, oltre agli odori sgradevoli emanino sostanze tossiche e nocive per la salute di tutti"

Immagine di repertorio

"Cerignola puzza di morte". Scatta la petizione online per denunciare "la grave situazione ambientale nel basso Tavoliere, già interessata da molte situazioni critiche a cui si è aggiunto, recentemente, anche il nuovo fenomeno dei fuochi notturni", si legge nelle motivazioni della raccolta firme. "Fuochi che emanano odori molto sgradevoli e probabilmente emanano sostanze tossiche e nocive per la salute di tutti".

La petizione, partita ieri, 4 ottobre sulla piattaforma Change.org, è accompagnata da una lettera indirizzata al Ministro della Salute  Roberto Speranza, al Prefetto di Foggia, Raffaele Grassi e al Ministro dell'Ambiente Sergio Costa. "Siamo cittadini di Cerignola e dei Cinque Reali Siti (che comprendono i comuni di Ordona, Carapelle, Orta Nova, Stornara e Stornarella) che da mesi constatano e lamentano la presenza di fuochi e di odori fortemente molesti, prevalentemente notturni, nell’agro circostante, di origine  ignota. Non sappiamo chi bruci e cosa bruci, ma temiamo che tali fuochi, oltre agli odori sgradevoli emanino sostanze tossiche e nocive per la salute di tutti".

"Siamo preoccupati per la salute della nostra comunità interessata da molte situazioni critiche dal punto di vista ambientale con evidenti ricadute sul benessere dei cittadini tutti, donne uomini, ma soprattutto anziani e bambini perché più fragili. Auspichiamo quindi un Vostro diretto interessamento anche attraverso tutte le autorità locali e nazionali preposte alla tutela della salute dei cittadini perché vengano controllate e interrotte tali attività criminose".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento