Si tinge di giallo l'omicidio di D'Angelo: si scava nelle ultime ore di vita di 'Scipione', disposta l'autopsia

Roberto D'Angelo è stato ucciso il 2 gennaio 2020 in viale Candelaro mentre era all'interno della sua auto. Sei i colpi di pistola esplosi al suo indirizzo, al vaglio della squadra mobile le telecamere del quartiere

Il luogo dell'omicidio di Roberto D'Angelo

Si tinge di giallo l'omicidio di Roberto D'Angelo, il 53enne soprannominato 'Scipione' ucciso all'interno della sua Fiat 500 L in viale Candelaro a Foggia il 2 gennaio scorso con sei colpi d'arma da fuoco che lo hanno raggiunto alla testa, alla gola e alle spalle. Le indagini proseguono per stabilire con esattezza se ad agire siano state due persone a bordo di uno scooter. 

Al momento sembrerebbe da escludere la pista mafiosa. D'Angelo, commerciante d'auto in proprio, infatti, non era legato ad alcun gruppo criminale e alcuni reati minori che lo riguardavano risalirebbero a più di venti anni fa. 

Non ci sarebbe alcun collegamento nemmeno con la violenta aggressione al nipote Vincenzo avvenuta il 3 settembre 2016 in un autoparco. D'Angelo era presente quando un gruppo composto da quattro persone picchiò la giovane vittima ed esplose alcuni colpi di pistola con lo scopo di convincere e costringere il titolare a pagare un corrispettivo di 80mila euro sottoforma di pizzo.

Dispsosta l'autopsia, in attesa di capire se i bossoli estratti dal cadavere non risulteranno deformati e, quindi, potranno essere inviati alla polizia scientifica di Roma per stabilire se l'arma del delitto sia stata già utilizzata per altri crimini, al vaglio della squadra mobile ci sono i filmati delle telecamere del quartiere, la telefonata al 113 da parte di un anonimo che avrebbe segnalato la sparatoria e la ricostruzione delle ultime ore di vita del 53enne, che poco prima di essere assassinato aveva telefonato alla moglie per dirle che stava passando a prenderla per rincasare insieme (fonte Gazzetta del Mezzogiorno del 5 gennaio 2020).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento