rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Rodi Garganico

L’oro di Michele Zagaria e dei Casalesi anche a Rodi Garganico

La questura di Caserta, in Puglia e in Emilia Romagna, ha sequestrato una ventina di società immobiliari attraverso le quali venivano acquistati terreni a poco prezzo sui quali poi edificare palazzi e ville

Secondo le indagini della questura di Caserta Michele Zagaria soprannominato Capastorta e il clan Casalesi, stavano investendo ingenti somme di denaro anche a Rodi Garganico in provincia di Foggia, attraverso la figura di una sorta di “personal manager”, al quale stamane sono stati sequestrati immobili e società per un valore quantificato intorno ai 50 milioni di euro.

La questura di Caserta, in Puglia e in Emilia Romagna, ha sequestrato una ventina di società immobiliari attraverso le quali venivano acquistati terreni a poco prezzo sui quali poi edificare palazzi e ville.

In sostanza, una lottizzazione da svariate centinaia di milioni di euro, che sarebbe stata studiata a tavolino dal clan dei Casalesi che, in quelle zone, secondo quanto confermerebbero i collaboratori di giustizia, avrebbero degli ingenti interessi.

Le società gestite da P.P. per conto di Zagaria sono tutte intestate a prestanome, piccoli imprenditori, tra i quali figurano anche alcuni parenti dello stesso boss.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’oro di Michele Zagaria e dei Casalesi anche a Rodi Garganico

FoggiaToday è in caricamento