menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La ragazza uccisa

La ragazza uccisa

Vasto: uccise fidanzata lituana, Matteo Pepe condannato a 16 anni

L'imprenditore foggiano è stato condannato per l'omicidio volontario di Neila Bureikaite, la fidanzata 24enne uccisa a coltellate in un appartamento di via Sandro Pertini

Matteo Pepe, l’imprenditore 44enne di Lucera nato a Motta Montecorvino, è stato riconosciuto colpevole dell’omicidio di Neila Bureikaite, la ragazza lituana uccisa l’ottobre scorso in via Sandro Pertini a Vasto.

Accusato di omicidio volontario, l’allora titolare della ditta Pm Edil Costruzioni, chiamò e si consegnò spontaneamente alla polizia.

Il crudele accoltellamento fu la tragica conseguenza di un litigio che sarebbe scoppiato per motivi di gelosia.

L’uomo è stato condannato alla pena detentiva di anni 16 dai giudici del Tribunale di Vasto. Il processo si è svolto con rito abbreviato ed a porte chiuse.

Il pm Enrica Medori aveva chiesto 14 anni di reclusione, mentre il collegio difensivo, Pasquale Morelli e Giampaolo Di Marco, aveva chiesto l'applicazione delle attenuanti generiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento