rotate-mobile
Cronaca Manfredonia

Sangalli Vetro, Giuliana scrive al fratello: “Giorgio, dai spiegazioni credibili"

La sorella scrive al patron, solidarizzando con le famiglie dei dipendenti dell'azienda. "A quanto ammonterebbero i danni morali di tutti quei bambini cui si rischia di negare un futuro

Tiene banco la questione “Sangalli Vetro”, storica azienda manfredoniana che rischia di chiudere definitivamente, condannando alla disoccupazione i suoi 250 dipendenti. A parlare è Giuliana Sangalli, sorella del patron del vetro Giorgio, con una lettera indirizzata proprio al fratello. Ecco alcuni passaggi.

LA LETTERA. “Chi scrive è Giuliana Sangalli, pensionata e residente a Milano, sorella del patron del vetro Giorgio Sangalli. Lo rimarco perché pochi sanno che il re del vetro ha una sorella nonché socia di minoranza. Non russa, non lussemburghese ma italiana. Vorrei esternare il mio pensiero. In italiano. Magari anche in buon italiano.

In prima battuta vorrei esprimere la mia solidarietà, non soltanto ai dipendenti di Manfredonia che stanno manifestando da settimane, ma soprattutto alle loro famiglie. Famiglie, i cui figli sono stati anni fa i piccoli protagonisti di un calendario proprio della Manfredonia Vetro. E' al loro futuro che va il mio primo pensiero. 

Ma io mi chiedo, a quanto ammonterebbero i danni morali di tutti quei bambini cui si rischia di negare un futuro? A chi spetta il dovere dar loro oggi delle spiegazioni e delle speranze? Ecco, io credo ‘Caro Giorgio’", che questo compito spetti proprio a te. Faccia a faccia. Uno per uno. Senza avvocati, consulenti, tirapiedi vari, ora che è Natale prendi su e vai a dare loro delle spiegazioni credibili. Perché la crisi dei valori, ‘Caro Giorgio’, non è una posta di bilancio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangalli Vetro, Giuliana scrive al fratello: “Giorgio, dai spiegazioni credibili"

FoggiaToday è in caricamento