Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Alberi caduti, trasporti in emergenza e tir capovolti: l'altra faccia della neve

Per i vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia è stata una giornata impegnativa, su più fronti. Decine le telefonate al centralino, tutte richieste di aiuto conseguenti l'arrivo della “dama bianca”

La neve sui Monti Dauni ha smesso di scendere, ma per i vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia e dei relativi distaccamenti, è stata una giornata impegnativa, su più fronti. Decine e decine le telefonate giunte al centralino, tutte richieste di aiuto relative ai disagi causati dalla “dama bianca”. In particolare, un intervento urgente è stato richiesto in agro di Sant’Agata di Puglia, per il trasporto in emergenza di un paziente dializzato presso una struttura medica specializzata. A causa dello strato di neve venutosi a creare durante la notte, per effettuare il trasporto è stato necessario utilizzare un mezzo del 115.

Attimi di panico, invece, sono stati vissuti lungo la Provinciale 43 in agro di San Giovanni Rotondo, dove un’autocisterna che trasportava gasolio si è adagiata di traverso lungo la carreggiata, rimanendo parzialmente bloccata nella cunetta. Sul posto è intervenuta la polizia municipale che, con mezzi di fortuna, è riuscita a rimettere il “gigante della strada” sulla carreggiata evitando la dispersione del carburante.

Durante la notte, invece, due grossi rami di alberi sono caduti sulla sede stradale, appesantiti rispettivamente dalla neve oppure scossi dal forte vento. Il primo caso è stato registrato lungo la Provinciale 52, in agro di Vico del Gargano, il secondo caso nel basso Tavoliere, più precisamente a Borgo Libertà, nel territorio di Stornarella. In entrambi i casi, le porzioni di albero caduto non hanno provocato danni a cose o persone. Solo disagi e rallentamenti sulle strade.

Tutto questo, mentre alcune squadre del 115 di Foggia sono ancora impegnate a Borgo Cervaro, per l’incendio sviluppatosi nella giornata di ieri in un deposito delle Ferrovie dello Stato, dove sta bruciando materiale di risulta. Il momento più delicato della giornata, si prevede, arriverà al tramonto, quando lo strato di neve posato sulle strade si trasformerà in vere e proprie lastre di ghiaccio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberi caduti, trasporti in emergenza e tir capovolti: l'altra faccia della neve

FoggiaToday è in caricamento