Cronaca

Apricena: incendio escavatori del Gruppo Bianchi. Sgomento Pdl

Per gli esponenti del Pdl l'incendio del 30 giugno potrebbe essere legato alla vicenda del cementificio. Uno dei soci del gruppo è il consigliere comunale di opposizione Antonio Bianchi. Il danno ammonta a 200mila euro

Il 30 giugno scorso in una nota pubblicata su FB, il Pdl di Apricena ha denunciato un presunto attentato ai danni dell’azienda del Gruppo Bianchi. Nell’occasione sono stati dati alle fiamme due escavatori dell’azienda (danno di circa 200mila euro).

Uno dei soci del gruppo è il consigliere comunale di opposizione Antonio Bianchi, che, come denunciano gli esponenti del Pdl, “in passato è stato già vittima di innumerevoli minacce”, presumibilmente per la sua battaglia contro il cementifico.

Sulle indagini c’è stretto riserbo da parte dei carabinieri del posto.  Per il Pdl di Apricena si tratta di un "vero e proprio attentato perpetrato ai danni di chi ha lottato per il benessere e la salute dei propri cittadini e del proprio paese”.

Non molto tempo fa il maggiore esponente del Popolo della Libertà di Apricena e consigliere porvinciale, Antonio Potenza, aveva ricevuto delle lettere intimidatorie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apricena: incendio escavatori del Gruppo Bianchi. Sgomento Pdl

FoggiaToday è in caricamento