Apricena, incendio nell'ex asilo "Arcobaleno": disposto lo sgombero della struttura

Nell’incendio, fortunatamente circoscritto solo ad una parte della struttura, nessuno è rimasto ferito. I locali, infatti, ospitavano persone bisognose che saranno trasferite in strutture ricettive del territorio

Vigili del fuoco al lavoro

E’ in fase di risoluzione la questione riguardante l’ex asilo “Arcobaleno”, struttura pericolante in via Borgo Nuovo, ad Apricena, all’interno della quale, ieri sera, si è sviluppato un incendio. I vigili del fuoco, intervenuti subito sul posto con i carabinieri, la polizia municipale, i tecnici comunali e l’Amministrazione comunale, hanno interdetto l’utilizzo della struttura e ordinato lo sgombero.

Nell’incendio, fortunatamente circoscritto solo ad una parte della struttura, nessuno è rimasto ferito. I locali dell’ex asilo, infatti, ospitavano delle persone bisognose che saranno trasferite in strutture ricettive del territorio. Sul posto è intervenuto il sindaco Antonio Potenza con l’Assessore alla Pubblica Sicurezza Giuseppe Solimando. “La situazione dell’Arcobaleno – spiega il sindaco Antonio Potenza – è sotto stretta osservazione da mesi da parte della nostra Amministrazione e già da alcuni giorni abbiamo chiuso, con ordinanza, una parte della struttura, liberata da alcuni nuclei familiari che, grazie al nostro impegno, hanno trovato una soluzione migliore. Ora, vista anche l’emergenza, lavoreremo 24 ore su 24 per aiutare gli altri occupanti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La nostra intenzione, come si evince dall’ordinanza e dagli atti emanati nelle scorse settimane, è sempre stata quella di liberare la struttura, trovare la sistemazione migliore per chi ci vive e di abbatterla per riqualificare l’area e ridare dignità all’intero quartiere. Un protocollo già in essere che ha permesso a due nuclei familiari di lasciare la struttura. Sulla scorta di quanto relazionato dai Vigili del Fuoco e dai tecnici stiamo accelerando la stesura di documenti con cui renderemo esecutivo lo sgombero e il successivo abbattimento della struttura. Nel frattempo, per fronteggiare l’emergenza abbiamo chiesto e ottenuto la disponibilità di alcune strutture ricettive della zona che ospiteranno chi resta fuori dall’ “Arcobaleno”. E ringrazio i gestori per essersi messi a disposizione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento