I Montagano si affidano alla 'big' Giulia Bongiorno: "Emergerà la correttezza del nostro operato"

Dario Montagano: "Siamo certi che emergerà l'assoluta correttezza del nostro operato e che sarà fatta chiarezza sulle accuse ingiustamente avanzate nei confronti della famiglia e dell'azienda di compostaggio Maia Rigenera"

Giulia Bongiorno

"Abbiamo dato mandato all'avvocato Giulia Bongiorno di assisterci nel procedimento penale nato dall'erronea valutazione secondo cui la famiglia Montagano avrebbe gestito un'attività che avrebbe prodotto 'ammendante fuori specifica', di conseguenza classificato come rifiuto da conferire in discarica".

Lo annuncia Dario Montagano, patron della Maia Rigenera di Lucera, che continua: "Siamo certi che emergerà l'assoluta correttezza del nostro operato e che sarà fatta chiarezza sulle accuse ingiustamente avanzate nei confronti della nostra famiglia e dell'azienda di compostaggio Maia Rigenera srl. Tanto più ingiustamente perché le accuse hanno avuto gravi ripercussioni - mediatiche ed economiche - anche su tutto il territorio della Capitanata e sull'indotto legato all'agricoltura e alle eccellenze agronomiche locali. Non possiamo permettere che il nostro nome e la nostra terra siano infangati".

"Chi ci conosce, conosce anche la nostra integrità morale e l'impegno con cui dal 1979 lavoriamo dando lustro con le nostre aziende agroalimentari non solo alla famiglia Montagano ma alla Capitanata intera. Le accuse di cui siamo stati vittime hanno dunque offeso anche le centinaia di agricoltori che da anni utilizzano il concime organico prodotto dall'azienda di compostaggio Maia Rigenera ottenendo eccellenti risultati agronomici; e insieme agli agricoltori, hanno offeso la Capitanata stessa", scrive Montagano in una nota. 

"Non c'è di peggio dell'essere accusati di fatti del tutto estranei al proprio modo di operare, ma confidiamo che l'avvocato Bongiorno ci aiuterà a ottenere giustizia. Siamo sereni, e fiduciosi che - quando con l'assistenza dell'avvocato Bongiorno sarà emersa la verità - usciremo a testa alta da questo incubo. Dimostreremo che l'impianto accusatorio muove da ipotesi del tutto slegate dalla realtà e che rammendante della Maia Rigenera è un ottimo concime organico a norma di legge, un fertilizzante naturale che rigenera i terreni agricoli nel rispetto dell'ambiente. È in gioco l'onore di un territorio e delle sue eccellenze, oltre che quello della nostra famiglia, e con l'aiuto dell'avvocato Bongiorno lo difenderemo", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento