Cronaca Monte Sant'Angelo

Gargano, blitz "Wood": Forestale sorprende e denuncia ladri di legna

Nell'ambito dell'operazione "Wood" i blitz degli agenti sono stati compiuti a San Marco in Lamis, Monte Sant'Angelo e San Giovanni Rotondo. Sono cinque le persone denunciate

Cinque persone sono state denunciate al termine di una vasta operazione del comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Foggia denominata “Wood” contro i ladri di legna che operano in alcune aree interne del Parco Nazionale del Gargano.

A San Marco in Lamis i forestali hanno sequestrato ben 1200 quintali di legna da ardere, bloccando quattro persone che stavano caricando legname tagliato abusivamente nel Bosco Difesa San Matteo, in località Cima del Carpino. Sono stati sequestrati anche un autotreno, un caricatore e due trattori.

A Monte Sant'Angelo gli accertamenti hanno riguardato vari depositi del materiale (sui quali sono stati eseguiti controlli sulla provenienza del materiale e le relative operazioni di commercializzazione), e ditte dedite al trasporto del materiale legnoso.

Analoga operazione è stata effettuata nel territorio di San Giovanni Rotondo, dove all'interno di un deposito è stata rinvenuta e sequestrata una partita di legna da ardere della quale il titolare non è riuscito a dimostrare la provenienza. Il titolare è stato denunciato per ricettazione.

Sono ancora in corso accertamenti. Si cercano eventuali complici degli indagati e i depositi che ricettano il materiale proveniente dai tagli abusivi.

L’operazione “WOOD” nasce a seguito dalle indagini svolte dal Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del CFS di Monte Sant’Angelo per contrastare il fenomeno del taglio furtivo di alberi nel Parco, con danno e riflessi non solo di natura sociale, ma ache e soprattutto di natura paesaggistica ed economica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gargano, blitz "Wood": Forestale sorprende e denuncia ladri di legna

FoggiaToday è in caricamento