Quando il mare è per pochi: accesso “sbarrato” per i diversamente abili

A Lido del Sole, autovetture e autocarri in sosta vietata, negano l’accesso al Blu Marine, l’unico lido attrezzato per i diversamente abili. La protesta di turisti e residenti

Accesso al mare per i disabili

Sale l'indignazione a Lido del Sole, località balneare di Rodi Garganico, dove – da ormai qualche settimana – autovetture o autocarri negano l'accesso al Blu Marine, l'unico lido attrezzato per i diversamente abili. La località, infatti, per molte famiglie del posto e del Gargano, rappresenta un luogo in cui poter trascorrere serenamente e vicini al mare le vacanze estive.

L'estate 2015, però, è cominciata nel peggiore dei modi: da quasi un mese l'accesso alla spiaggia è difficoltoso, reso impossibile dai veicoli in sosta vietata che sbarrano il passaggio. La situazione è stata denunciata dai cittadini con problemi di mobilità, famiglie con bambini piccoli o semplici bagnanti che aspettano risposte.

Nonostante i continui tentativi compiuti per risolvere il problema e le numerose segnalazioni, il mare diventa prerogativa per pochi. I diversamente abili sono impossibilitati a raggiungere la spiaggia: “Siamo stanchi di dover combattere contro l'indifferenza o la prepotenza della gente – spiegano alcuni genitori di ragazzi diversamente abili che negli anni hanno trovato in Blu Marine una seconda casa – i nostri ragazzi e la gente che da sempre frequenta questa spiaggia per le comodità e i servizi ad hoc, da settimane sono costrette a rimanere a casa e questo per la prova di inciviltà di alcune persone; è inconcepibile”. E continuano: “Società e istituzioni spesso dimenticano che quello dei diversamente abili è un mondo che merita rispetto e considerazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mancanza di civiltà e la totale assenza delle forze dell'ordine e delle istituzioni fa di questo problema un vero e proprio dramma per coloro che non solo devono confrontarsi quotidianamente con l'esistenza di disservizi e barriere architettoniche, ma devono anche combattere l'ignoranza, l'indifferenza e l'idiozia sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento