rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Cerignola

Scivola nel fiume Ofanto durante battuta di pesca: cadavere recuperato in nottata

Si tratta di Costantin Costel, il rumeno di 44 anni disperso nel fiume Ofanto, nei pressi di Cerignola. Il corpo dell'uomo è stato recuperato dai sommozzatori del 115

Dopo ore di ricerche, è stato trovato nella tarda serata di ieri il corpo di Costantin Costel, il rumeno di 44 anni disperso nel fiume Ofanto, nei pressi di Cerignola. Il cadavere dell’uomo è stato recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco.

La tragedia si è consumata nelle acque del fiume Ofanto, tra Canosa e Cerignola, dove ieri pomeriggio il 44enne è caduto, annegando: stando a quanto ricostruito dalla polizia, giunta sul posto insieme al 118 e ai vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia, l’uomo - in compagnia dei familiari - durante una battuta di pesca si sarebbe sporto in acqua sprofondando nel giro di pochi attimi.

L'uomo stava pescando lungo la riva del fiume con alcuni familiari, quando è entrato in acqua, pensando che il fondale fosse basso. In realtà, l'Ofanto in quel punto raggiunge i tre metri di profondità e l’uomo ha cominciato ad annaspare, trascinato dalla corrente. Inutili i tentativi di soccorso dei suoi parenti; inutile e straziante anche l’estremo tentativo compiuto dal figlio, che pure, in un primo momento, era riuscito ad afferrargli il braccio. 

Cerignola, annega nel fiume Ofanto: le foto di R. D'Agostino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scivola nel fiume Ofanto durante battuta di pesca: cadavere recuperato in nottata

FoggiaToday è in caricamento